Forum di Scienza Spirituale
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.



 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
FORUM DI SCIENZA SPIRITUALE CON ARGOMENTI SCIENTIFICO SPIRITUALI E DI ATTUALITA' CHE FANNO RIFERIMENTO A Rudolf Steiner e AGLI STUDI DI Enzo Nastati AGGIORNAMENTI 2020 sugli incontri con Enzo Nastati - visitare la sezione INCONTRI E PERCORSI BASE 2019 CON ENZO NASTATI
CREATIVE COMMONS
Licenza Creative Commons
I NOSTRI VIDEO

2020
QUI E ORA

Ultimi argomenti
SELEZIONA L’ARGOMENTO
  • Novità
  • Incontri e percorsi base 2020 con Enzo Nastati
  • Pubblicazioni aggiornate al 2020
  • Commenti di Enzo Nastati
  • Il Passaggio
  • Apocalisse/vangeli
  • Nuova agricoltura Cristica
  • Alimentazione
  • Un Ponte tra Antroposofia e Missione Divina
  • I 10 Comandamenti
  • I nostri video
  • YOUTUBE
  • Qui e Ora
  • Indicazioni di Enzo Nastati su quello che sta avvenendo nei Mondi Spirituali
  • Attualità
  • Meteorologia Spirituale
  • Geografia
  • Spazio
  • Petrolio, vulcani - terremoti - alluvioni
  • Internet e nuove tecnologie
  • Finanza
  • Politica
  • Storia
  • Economia e triarticolazione
  • Antroposofia
    Rudolf Steiner
  • Antroposofia Generale
  • Johann Wolfgang Goethe
  • Antroposofia Generale
  • Filosofia della Libertà
  • Iniziazione
  • Esercizi Spirituali
  • Scienza Occulta
  • La Bibbia
  • Inferno, Purgatorio, Paradiso
  • Natale
  • Pasqua
  • Pentecoste
  • l'Ottava Sfera
  • Alchimia
  • Karma
  • Teosofia
  • Evoluzione
  • Scienza dello Spirito
  • Il Calendario dell'Anima
  • Passato, presente, futuro
  • Pensare Sentire Volere
  • Platonici e Aristotelici
  • Personaggi attuali e del passato
  • Il Teorema di Pitagora
  • Matematica Spirituale
  • La Preghiera
  • La via del dolore
  • Bene e Male
  • Il perdono
  • Uomo e Cosmo
  • Astronomia
  • Angeli e Gerarchie Spirituali
  • L'uomo come Religione degli Dei
  • Comunità
  • Uomo e Donna
  • Gli Animali
  • Alimentazione
  • Musica
  • Arte
  • Biblioteca Spirituale
  • Rudolf Steiner
  • W.J.Goethe
  • Novalis
  • Kaspar Hauser
  • Giuliano Kremmerz
  • Paracelso
  • Cagliostro
  • Lev Nicolaevic Tolstoj
  • Sri Aurobindo
  • Profezie
    Leggere prima delle Profezie
  • Presentazioni Utenti
  • Presentazioni
  • Lavori personali
  • Argomenti preferiti
  • CASE E SALUTE
  • CASE ECOLOGICHE E CASE IGIENICO - TERAPEUTICHE
  • ASS. ARCA DELLA VITA
    PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE L'ASSOCIAZIONE ARCA DELLA VITA IL RECAPITO E' IL SEGUENTE
    ASSOCIAZIONE
    " ARCA DELLA VITA"
    SEDE OPERATIVA VIA FERROVIA,70 - 33033 BEANO DI CODROIPO ( UDINE)- ITALIA-
    TEL +39  0432 905724 -
    FAX 1782749667  segreteria@albios.it

     

     I DUE MONDI DI SAMAEL AUN WEOR

    Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    neter



    Messaggi : 211
    Data d'iscrizione : 06.06.11

    I DUE MONDI DI SAMAEL AUN WEOR Empty
    MessaggioTitolo: I DUE MONDI DI SAMAEL AUN WEOR   I DUE MONDI DI SAMAEL AUN WEOR Icon_minitimeLun Feb 11, 2013 3:52 pm

    I DUE MONDI
    Osservare e osservarsi sono due cose completamente diverse; entrambe, tuttavia, esigono
    attenzione.
    Nell’osservazione, l’attenzione è orientata verso fuori, verso il mondo esteriore, attraverso le
    finestre dei sensi.
    Nell’auto-osservazione di se stessi, l’attenzione è orientata verso dentro e perciò i sensi di
    percezione esterna non servono: motivo più che sufficiente perché risulti difficile al principiante
    l’osservazione dei propri processi psicologici intimi.
    Il punto di partenza della scienza ufficiale, al lato pratico, è l’osservabile. Il punto di partenza
    del lavoro su se stessi è l’auto-osservazione, l’auto-osservabile.
    Questi due punti di partenza ci portano in direzioni completamente diverse.
    C’è chi invecchia intrappolato nei ferrei dogmi della scienza ufficiale, studiando fenomeni
    esterni, osservando cellule, atomi, molecole, soli, stelle, comete, ecc., senza sperimentare dentro
    di sé alcun cambiamento radicale.
    Il tipo di conoscenza capace di trasformare interiormente non potrà mai essere ottenuto con
    l’osservazione esterna.
    La vera conoscenza, che può realmente dare origine ad un fondamentale cambiamento interiore,
    ha come base l’auto-osservazione diretta di se stessi.
    Occorre dire al nostri studenti gnostici di auto-osservarsi, in che senso debbano auto-osservarsi
    e per quali ragioni.
    L’osservazione è un mezzo per modificare le condizioni meccaniche del mondo. L’autoosservazione
    interiore, invece, è un mezzo per cambiare intimamente.
    Di conseguenza, possiamo e dobbiamo decisamente affermare che esistono due tipi di
    conoscenza, l’esterna e l’interna, e che l’incrociarsi dei due ordini di idee potrebbe mandarci in
    confusione, salvo avere dentro di noi il centro magnetico capace di distinguere di quale conoscenza
    si tratti.
    Sublimi dottrine pseudo-esoteriche, dal fondo marcatamente scientifico, appartengono al campo
    dell’osservabile; ciò nonostante vengono accettate da molti aspiranti come conoscenza interiore.
    Ci troviamo quindi di fronte a due mondi: l’esteriore e l’interiore. Il primo di questi è percepito
    dai sensi di percezione esteriore; il secondo può essere percepito solo mediante il senso di autoosservazione
    interiore.
    Pensieri, idee, emozioni, aneliti, speranze, delusioni, ecc., sono interiori, invisibili ai sensi
    ordinari e comuni, e tuttavia sono per noi più reali del tavolo di cucina o delle poltrone della
    sala.
    Viviamo di certo più nel nostro mondo interiore che in quello esteriore e fin qui non ci sono
    dubbi.
    Nei nostri mondi interni, nel nostro mondo segreto, amiamo, desideriamo, sospettiamo,
    benediciamo, malediciamo, aneliamo, soffriamo, godiamo, veniamo delusi, gratificati, ecc., ecc.
    I due mondi, l’interno e l’esterno, sono senz’altro verificabili in via sperimentale. Il mondo
    esteriore è l’osservabile. Il mondo interiore è l’auto-osservabile in noi stessi e dentro noi stessi,
    qui ed ora.
    Chi vuole veramente conoscere i mondi interni del pianeta terra o del sistema solare o della
    galassia in cui viviamo, deve prima conoscere il proprio mondo intimo, la propria vita interiore
    e particolare, i propri mondi interni. “Uomo, conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli
    Dei”.
    Quanto più si esplora quel mondo interiore chiamato “se stesso”, tanto più si comprende di
    vivere simultaneamente in due mondi, in due realtà, in due ambiti: l’esterno e l’interno.
    Come, da un lato, è indispensabile imparare a muoversi nel mondo esteriore per non cadere in
    un precipizio, non perdersi per le strade della città, scegliere i propri amici, evitare di mettersi
    con gente equivoca, non intossicarsi mangiando, ecc., così pure, mediante il lavoro psicologico
    su se stessi, impariamo a camminare nel mondo interiore, esplorabile con l’auto-osservazione.
    Nella decadente razza umana di quest’epoca tenebrosa, il senso di auto-osservazione è
    praticamente atrofizzato.
    Man mano che si persevera nell’auto-osservazione di noi stessi, il senso di auto-osservazione
    intima si svilupperà progressivamente.
    Torna in alto Andare in basso
     
    I DUE MONDI DI SAMAEL AUN WEOR
    Torna in alto 
    Pagina 1 di 1

    Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
    Forum di Scienza Spirituale :: BIBLIOTECA SPIRITUALE :: Samael Aun Weor-
    Vai verso: