IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
FORUM DI SCIENZA SPIRITUALE CON ARGOMENTI SCIENTIFICO SPIRITUALI E DI ATTUALITA' CHE FANNO RIFERIMENTO A Rudolf Steiner e AGLI STUDI DI Enzo Nastati AGGIORNAMENTI 2017 sugli incontri con Enzo Nastati - visitare la sezione INCONTRI E PERCORSI BASE 2017 CON ENZO NASTATI
CREATIVE COMMONS
Licenza Creative Commons
I NOSTRI VIDEO

2017
QUI E ORA
Ultimi argomenti
» Cercasi notizie sulla prole di Gesù .
Mer Set 27, 2017 12:43 pm Da Massimiliano

» Energia libera : http://www.magravsitalia.com/
Mar Giu 27, 2017 7:21 pm Da Admin

» Apicultura naturale
Ven Mag 12, 2017 3:51 pm Da apinaturale

» Sull'offuscamento dell'ipofisi ...
Mar Apr 18, 2017 12:37 pm Da neter

» AUGURI
Mer Nov 16, 2016 4:20 pm Da Admin

» INCONTRI CON ENZO NASTATI 2016
Gio Nov 10, 2016 6:13 am Da Admin

» Piacere, Antares!
Gio Nov 10, 2016 5:52 am Da Admin

» I SEGRETI DEL CAMMINO DI CRESCITA INTERIORE - Enzo Nastati - PDF
Mer Ott 26, 2016 5:51 pm Da Admin

» eccomi con le api
Lun Ott 03, 2016 6:15 pm Da Admin

» La morte ... potrebbe essere quello che chiamiamo Dio (Krishnamurti)
Mar Ago 02, 2016 4:18 pm Da Admin

» CALENDARIO DELL'ANIMA DI RUDOLF STEINER - Commentato da Enzo Nastati e Collaboratori - PDF
Lun Ago 01, 2016 8:31 pm Da Admin

» CERIMONIA DEL TUNNEL DI SAN GOTTARDO IN SVIZZERA
Lun Giu 27, 2016 9:36 am Da Admin

» la Resurrezione di Lazzaro
Gio Giu 16, 2016 5:12 pm Da Loretta

» G e o m e t r i a C a r d i a c a C H E S T A H E D R O N Frank Chester
Sab Giu 11, 2016 3:30 pm Da sinwan85PHAR

» Madre Nostra
Ven Giu 03, 2016 10:49 pm Da Loretta

SELEZIONA L’ARGOMENTO
  • Novità
  • Incontri e percorsi base 2016 con Enzo Nastati
  • Pubblicazioni aggiornate al 2016
  • Commenti di Enzo Nastati
  • Il Passaggio
  • Apocalisse/vangeli
  • Nuova agricoltura Cristica
  • Alimentazione
  • Un Ponte tra Antroposofia e Missione Divina
  • I 10 Comandamenti
  • I nostri video
  • YOUTUBE
  • Qui e Ora
  • Indicazioni di Enzo Nastati su quello che sta avvenendo nei Mondi Spirituali
  • Attualità
  • Meteorologia Spirituale
  • Geografia
  • Spazio
  • Petrolio, vulcani - terremoti - alluvioni
  • Internet e nuove tecnologie
  • Finanza
  • Politica
  • Storia
  • Economia e triarticolazione
  • Antroposofia
    Rudolf Steiner
  • Antroposofia Generale
  • Johann Wolfgang Goethe
  • Antroposofia Generale
  • Filosofia della Libertà
  • Iniziazione
  • Esercizi Spirituali
  • Scienza Occulta
  • La Bibbia
  • Inferno, Purgatorio, Paradiso
  • Natale
  • Pasqua
  • Pentecoste
  • l'Ottava Sfera
  • Alchimia
  • Karma
  • Teosofia
  • Evoluzione
  • Scienza dello Spirito
  • Il Calendario dell'Anima
  • Passato, presente, futuro
  • Pensare Sentire Volere
  • Platonici e Aristotelici
  • Personaggi attuali e del passato
  • Il Teorema di Pitagora
  • Matematica Spirituale
  • La Preghiera
  • La via del dolore
  • Bene e Male
  • Il perdono
  • Uomo e Cosmo
  • Astronomia
  • Angeli e Gerarchie Spirituali
  • L'uomo come Religione degli Dei
  • Comunità
  • Uomo e Donna
  • Gli Animali
  • Alimentazione
  • Musica
  • Arte
  • Biblioteca Spirituale
  • Rudolf Steiner
  • W.J.Goethe
  • Novalis
  • Kaspar Hauser
  • Giuliano Kremmerz
  • Paracelso
  • Cagliostro
  • Lev Nicolaevic Tolstoj
  • Sri Aurobindo
  • Profezie
    Leggere prima delle Profezie
  • Presentazioni Utenti
  • Presentazioni
  • Lavori personali
  • Argomenti preferiti
  • CASE E SALUTE
  • CASE ECOLOGICHE E CASE IGIENICO - TERAPEUTICHE
  • ASS. ARCA DELLA VITA
    PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE L'ASSOCIAZIONE ARCA DELLA VITA IL RECAPITO E' IL SEGUENTE
    ASSOCIAZIONE
    " ARCA DELLA VITA"
    SEDE OPERATIVA VIA FERROVIA,70 - 33033 BEANO DI CODROIPO ( UDINE)- ITALIA-
    TEL +39  0432 905724 -
    FAX 1782749667  segreteria@albios.it
    PAGINE VISUALIZZATE DAL 02/04/2011


    Condividere | 
     

     La musica e i suoni della natura

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: La musica e i suoni della natura   Sab Mag 28, 2011 11:43 am

    LA MUSICA E I SUONI DELLA NATURA


    La musica e i suoni della natura sembra siano accordati su 432 Hz e non su 440 Hz . Le onde Alfa sono stimolate positivamente da frequenze a 432 Hz, favorendo così un equilibrio tra i due emisferi cerebrali.
    La musica a 440 Hz dovrebbe agire solo sul cervello mentre la musica a 432 Hz agirebbe su tutto il corpo, migliorando così la concentrazione e la meditazione.
    A tal proposito mi chiedevo se è consigliato fare la concentrazione e la meditazione accompagnata da questa musica o se è sempre preferibile mantenere in questi momenti un sano silenzio.


    Admin


    Ultima modifica di Admin il Sab Mag 28, 2011 11:45 am, modificato 1 volta
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Sab Mag 28, 2011 11:45 am

    Commento di Enzo Nastati

    La Natura è a un livello "energetico" inferiore dell'uomo per cui non mi stupisce che sia "accordata" ad una frequenza più bassa. Accade anche con l'omeopatia.
    Ritengo quindi che i 440 siano per l'uomo.

    Enzo


    Ultima modifica di Admin il Sab Mag 28, 2011 1:11 pm, modificato 1 volta
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Sab Mag 28, 2011 12:50 pm

    Precisazione tecnica: accordati su 432 Hz e non su 440 Hz significa basati su di un LA a 432 Hz e non a 440.
    Poiché la natura non suona strumenti musicali, pur producendo suoni, occorre tener presente che questo discorso dei 432 o 440 vale solo per l'uomo e per la scala musicale occidentale. Si può invece dire che il LA a 432 Hz è più in armonia con le leggi della natura nell'uomo, e che con il 440 viene stimolato un aspetto portatore di malattia.
    Da quanto dice Nastati pare che i 440 siano "adatti all'uomo". Lo si può forse dire solo nel senso che le disarmonie portate dall'uomo hanno infine prodotto questo ulteriore ostacolo, ma non nel senso che siano "sani".
    Chi soffre non abbisogna di ostacoli, ma di aiuti. E anche gli ostacoli, servono solo se si è in grado di riconoscerli e, soprattutto, di superarli.
    La diffusione di musica riprodotta ha ulteriormente diminuito queste capacità.
    Tornare in alto Andare in basso
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Sab Mag 28, 2011 9:27 pm

    Risposta di Enzo Nastati

    Gentile mercurio, ognuno nella vita ha il suo "mestiere". Il mio non è quello dell'esperto di musica. La vita mi ha però portato ad interessarmi della musica, sia come arte, sia come musico-terapia.
    Non pretendo con questo di avere "l'ultima parola", posso però esporre quanto ho realizzato confidando che possa essere di aiuto o stimolo per ulteriori riflessioni.
    Premesso questo mi sono interessato ai cambiamenti in atto nel Sole e, conseguentemente, nella sfera planetaria. Certamente il discorso è molto "scivoloso" ma lo "offro" con la premessa di cuoi sopra: uno stimolo e nulla più.
    Come il cosmo (e la terra) procedono in quel processo che chiamo "Passaggio" (c'è chi lo chiama "salto quantico o dimensionale"), ci sarà anche, come conseguenza, una variazione delle frequenze della scala musicale. Il LA avrà un’importanza fondamentale con il Passaggio, in quanto questa nota risuona con lo Spirito Vitale Amoroso dell'uomo (o Principio Figlio in noi).
    Attualmente la scala viene accordata facendo riferimento al LA con frequenza di 440Hz. Con il Passaggio il LA cui farà riferimento l’accordatura della scala avrà una frequenza di 441,45Hz. L’incremento della frequenza è di circa lo 0,329%, tuttavia questo incremento percentuale non è uguale per tutte le note della scala. Date le frequenze corrispondenti ad alcune note, le future frequenze corrispondenti probabilmente saranno le seguenti:




    Questa variazione della intonazione della scala può trovare applicazione come musico-stimolazione del Corpo Incorruttibile in preparazione del Passaggio (e presumibilmente anche dopo il Passaggio). Ciò ad esempio attraverso una campana di ottone costruita per avere una frequenza di LA di 441,45Hz; questa campana andrà posta al vento all’esterno della casa. Udire questo suono può produrre un miglioramento nello sviluppo del Corpo Incorruttibile fino al 20%. Se poi la campana vine dinamizzata in modo da risuonare etericamente con lo Spirito Vitale Amoroso (e questo è il mio lavoro), allora il miglioramento nello sviluppo del Corpo Incorruttibile in seguito all’esposizione al suono può salire al 50%.
    Altro non so.
    Spero che quanto esposto possa essere di utilità a qualcheduno.

    Enzo Nastati

    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Sab Mag 28, 2011 10:51 pm

    Ringrazio per la cortese esposizione. E' mio dovere precisare che quasi nulla in essa mi è chiaro: dico questo senza alcun intento polemico. Ho capito, ma non comprendo.
    Semplicemente si tratta dei risultati di una libera ricerca di cui so assai poco, sia come metodica, che come terminologia (pur possedendo cognizione del "vocabolario" antroposofico) che come dati finali.
    Pertanto non mi trovo in condizione né di accogliere né di respingere alcunché. Per dialogare occorre farlo su un terreno condiviso, che qui sembra mancare. Va bene così. E' comunque stata contestualizzata l'affermazione del post precedente.
    Tornare in alto Andare in basso
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Lun Mag 30, 2011 6:59 am

    La parola “musica” deriva dal greco (musiké) e dal latino (musica). In greco essa è formata dalla radice “musca”, che a sua volta proviene dall’egiziano, e dalla terminazione “iké” derivata dal celtico. La parola egiziana “mas” o “mus” indica propriamente la generazione, la nascita o lo sviluppo esteriore d’un principio, cioè la manifestazione sensibile, il passaggio in atto di ciò che era in potenza. Si compone dalla radice “ash”, che caratterizza il principio universale primordiale, e dalla particella “ma” che indica tutto ciò che si sviluppa e si manifesta esteriormente. In un’infinità di lingue antiche “As” sta a significare l’unità, l’Essere Unico, Dio, e “ma” si applica a tutto ciò che è fecondo, formatore, generatore; si identifica spesso con il mare. Anche la parola greca “musa” viene apllicata, secondo la sua origine, a tutto ciò che è sviluppo di un principio, a tutta quella sfera di attività ove lo spirito passa dalla potenza all’atto, rivestendosi d’una forma sensibile.
    Nella sua accezione più ristretta, indica un modo d’essere, come viene espresso anche dalla parola latina “mos”. La parte terminale “ike” sta ad indicare una cosa che viene rapportata ad un’altra per analogia, ove la seconda è considerata emanazione della prima. Tale particella si riscontra in quasi tutte le lingue antiche del Nord Europa, sotto varie forme: “ich”, “ig”, “ick”. Tutte queste forme si possono far risalire al celtico “aich”, che vuol dire “uguale”, e deriva a sua volta dalla radice egiziana ed ebraica “ach” simbolo dell’identità e della fratellanza.
    Se, attraverso tale spiegazione etimologica della parola “musica”, sapremo riconoscere in quale senso essa veniva considerata presso gli antichi, avremo meno difficoltà a comprendere le diverse accezioni sotto le quali costoro vollero considerare le loro arti, e il significato universale che essi attribuirono alle scienze che le manifestavano. Comprenderemo più facilmente, inoltre, il motivo per cui essi consideravano tutte le arti d’imitazione come sottomesse alla musica; poiché, seguendo il significato della parole stessa, tutto ciò che è sviluppo di pensiero, tutto ciò che manifesta sensibilmente la sfera intellettiva, che riduce in atto ciò che è in potenza, rivestendolo di forme appropriate, le appartiene.

    [Fabre d'Olivet, La musica spiegata; ed.Arktos]


    Consiglio di leggere "il misticismo del suono" del mistico e musicista Inayat Khan [ed.mediterranee]





    Tornare in alto Andare in basso
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Lun Mag 30, 2011 8:53 am

    Admin ha scritto:
    LA MUSICA E I SUONI DELLA NATURA

    A tal proposito mi chiedevo se è consigliato fare la concentrazione e la meditazione accompagnata da questa musica o se è sempre preferibile mantenere in questi momenti un sano silenzio.
    Admin

    Basta modificare poco, e la risposta è nella domanda. Per esempio:
    A tal proposito mi chiedevo se è consigliato fare la concentrazione e la meditazione accompagnata da questa musica riprodotta meccanicamente o se è sempre preferibile mantenere in questi momenti un sano silenzio
    Tornare in alto Andare in basso
    Loretta



    Messaggi : 8
    Data d'iscrizione : 30.10.11
    Età : 62
    Località : Castelfidardo

    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Ven Nov 25, 2011 7:15 pm

    la musica è capace di esprimere la bellezza, in un modo estremamente puro, una delle attività umane più belle è il cantare e il cantare in coro, e il fare misica con strumenti il cui suono non sia elettronicamente elaborato.
    A volte penso a come sarebbe bello se le "macchine" fossero sostituite da strumenti musicali, invece di sostituirsi ad essi come accade sempre più spesso. Chissà se esiste un mondo in cui si lavora in modo così intensamente umano da poter essere paragonato all'esecuzione di musica, penso di si, non lo conosco ma....

    vorrei conoscere delle meditazioni in merito alla musica della voce umana.

    oggi ho trovato un video che mi ha particolrmente toccato e voglio condividerlo



    cari saluti a tutti

    Loretta
    Tornare in alto Andare in basso
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Sab Nov 26, 2011 5:09 pm


    Commento di Enzo Nastati


    Per quello che ne capisco (ossia "poco") dobbiamo vedere anche la musica come un "essere" in evoluzione. In questa ottica, ossia nell'ottica di quello che è denominato "passaggio", anche la musica subirà un cambiamento. Il La dovrebbe cambiare frequenza e passare a 441,45Hz.
    Alla tua domanda rispondo quindi con un'altra: al caso, non è forse il caso di risuonare con la frequenza "nuova", in modo da favorire l' "educere" in noi le nuove facoltà?
    Grazie
    Enzo
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Loretta



    Messaggi : 8
    Data d'iscrizione : 30.10.11
    Età : 62
    Località : Castelfidardo

    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Sab Nov 26, 2011 9:59 pm

    per risuonare con qualcosa bisogna conoscerlo o riconoscerlo, essendo un suono almeno percepirlo.
    da quale principio sorge questo valore?
    basta variare l'accordatura , per esempio di una chitarra per farne esperienza?
    so che la scala musicale è regolata su proporzioni ma forse non basterebbe solo spostare i valori...forse tutto il sistema andrebbe cambiato.

    ci sono esempi di questa frequenza nuova che possano essere ascoltati?per intonarsi e abituarsi e anche, voce permettendo, esercitarsi
    la prospettiva è intusiasmante.

    ho un amico che costruisce violini chissà potrei proporglielo..
    e conosco anche un direttore molto dotato che però non esercita composizione, pur essendo diplomato in composizione, gli chiederò.
    grazie per lo spunto.

    Loretta

    Ps L'Italia ha avuto un musicista, molto poco noto almeno fino a pochi anni fa, di nome Giacinto Scelsi che ha proposto una musica davvero nuova, in rete se ne trovano molti brani. Diversi anni fa ho ascoltato anche delle cose dal vivo ed era davvero "difficile" ma ricordo che un signore mi disse che da quando aveva conosciuto quella musica non ascoltava altro.
    aggiungo un link di Scelsi AION eone ma forse anche noia letta a rovescio chissà

    Tornare in alto Andare in basso
    lorenzo



    Messaggi : 46
    Data d'iscrizione : 15.05.11

    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Dom Nov 27, 2011 7:30 am

    AION ELATROM
    Tornare in alto Andare in basso
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: BREVE BIOGRAFIA   Dom Nov 27, 2011 9:54 am


    Cara Loretta grazie per i tuoi interventi

    Aggiungo una breve Biografia


    Giacinto Scelsi (La Spezia 1905-Roma 1988) è un compositore italiano di culto nel panorama della musica contemporanea.È noto per i suoi lavori di musica microtonale. Giacinto Scelsi considerato un poeta dell'Attraversamento.
    Inizia a frequentare sin dagli anni Venti il mondo artistico, musicale e letterario internazionale, stabilendo amicizie che lo introducono ai movimenti culturali dell’epoca.
    Nato da una famiglia aristocratica a Pitelli, nei pressi della Spezia, cresciuto nel vecchio castello di Valva nell'alta valle del Sele in provincia di Salerno, riceve la sua istruzione da un tutore privato che gli insegna latino, scacchi e scherma. In seguito la famiglia si sposta a Roma dove il suo talento musicale viene stimolato e incoraggiato dalle lezioni private di Giacinto Sallustio.
    Interessato negli anni Trenta ai linguaggi e alle tecniche compositive quali la dodecafonia, le teorie di Skrjabin e di Steiner, dalla metà degli anni Quaranta è fortemente influenzato dal pensiero orientale. Scelsi ha utilizzato tecniche compositive tradizionali, suscitando ed esplorando problematiche oggi molto attuali: la centralità del suono, lo spiritualismo, il rapporto con le tematiche dell’esoterismo, le nuove tecniche di produzione sonora, il superamento della scrittura musicale tradizionale, la virtualità, il rapporto con lo spazio, le improvvisazioni all’ondiola in uno stato privo di condizionamenti molto vicino al vuoto Zen.


    Dalla scrittura musicale originalissima e dai contenuti sonori imbevuti di cultura orientale, l’opera compositiva di Giacinto Scelsi si pose nel panorama musicale del XX secolo quale sintesi fra Oriente ed Occidente.Ciò che si ascolta prima di tutto nella musica di Scelsi è il respiro: non solo quello della sua musica ma il proprio.



    OPERE

    Rotativa (1929), poema sinfonico per tre pianoforti, ottoni e percussioni;
    Concertino (1934), per pianoforte e orchestra;
    Quartetto n. 1 (1944), per archi;
    La nascita del Verbo (1948), per coro misto e orchestra;
    Suite n. 8 "Bot-ba" (1952), per pianoforte;
    Suite n. 9 "Ttai" (1953), per pianoforte;
    Yamaon (1954), per basso e cinque strumenti;
    Divertimento n. 5 (1956), per violino solo;
    Quattro pezzi (1957), per tromba sola;
    Tre canti sacri (1958), per coro a otto voci miste;
    Trio per archi (1958), per violino, viola e violoncello;
    Kya (1959), per clarinetto e sette strumenti;
    Quattro pezzi su una nota sola (1959), per orchestra da camera;
    Uaxuctum, per Ondes Martenot, Coro e Grande Orchestra;
    Hô (1960), per soprano solo;
    Hurqualia. Un royaume différent per orchestra (1960)
    Quartetto n. 2 (1961), per archi;
    Riti: I funerali d'Achille (1962), per quartetto di percussioni;
    Chukrum (1963), per orchestra d'archi;
    Anahit (1965), per violino e 18 strumenti;
    Ko-Tha (1967), per chitarra;
    Okanagon (1968), per arpa, tam tam e contrabbasso;
    Antifona (sul nome Gesù) (1970), per coro virile e tenore solo;
    Canti del Capricorno (1972), per voce solista e strumenti;
    Sauh III e IV (1973), per coro femminile a quattro voci;
    In nomine lucis, in memoriam Franco Evangelisti (1974), per organo;
    Pfhat (1974), per coro, organo e orchestra;
    Dharana (1975), per contrabbasso e violoncello;
    Maknongan (1976), per contrabbasso;
    Quartetto n. 5 (1985), per archi;
    Krishna e Rada (1986), per flauto e pianoforte;
    Un Adieu (1988), per pianoforte.
    ( Da Wikipedia)

    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   Lun Nov 28, 2011 4:07 pm

    Commento di Enzo Nastati

    Cara Loretta. l'argomento è veramente stimolante. Il contributo che posso offrire lo riposto qui sotto: è lo studio che ho effettuato riguardo alla nuova scala musicale ed a delle possibili applicazioni. Altro non so, si tratta di fare delle esperienze e.... percepire....
    Grazie



    NUOVA SCALA MUSICALE DOPO IL "PASSAGGIO"


    Con il Passaggio (ossia il cambiamento che avverrà nella Terra - e "abitanti"- conseguentemente alla completa manifestazione del Cristo nel piano della Vita), probabilmente ci sarà una variazione delle frequenze della scala musicale. Il LA avrà un’importanza fondamentale con il Passaggio, in quanto questa nota risuona con lo Spirito Vitale Amoroso (il Principio Figlio "in noi").
    Attualmente la scala viene accordata facendo riferimento al LA con frequenza di 440Hz. Con il Passaggio il LA cui farà riferimento l’accordatura della scala avrà una frequenza (presumibilmente) di 441,45Hz. L’incremento della frequenza è di circa lo 0,329%, tuttavia questo incremento percentuale non è uguale per tutte le note della scala. Date le frequenze corrispondenti ad alcune note, le future frequenze corrispondenti sono le seguenti:



    Frequenze attuali ( Hz)--------------Frequenza future (Hz)

    100 ----------------------------------> 101,17
    200 ----------------------------------> 201,305
    500 ----------------------------------> 501,58
    700 ----------------------------------> 701,77

    Enzo Nastati
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Contenuto sponsorizzato




    MessaggioTitolo: Re: La musica e i suoni della natura   

    Tornare in alto Andare in basso
     
    La musica e i suoni della natura
    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
    Pagina 1 di 1

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
    Forum di Scienza Spirituale :: ANTROPOSOFIA :: ANTROPOSOFIA GENERALE :: MUSICA-
    Andare verso: