IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
FORUM DI SCIENZA SPIRITUALE CON ARGOMENTI SCIENTIFICO SPIRITUALI E DI ATTUALITA' CHE FANNO RIFERIMENTO A Rudolf Steiner e AGLI STUDI DI Enzo Nastati AGGIORNAMENTI 2018 sugli incontri con Enzo Nastati - visitare la sezione INCONTRI E PERCORSI BASE 2018 CON ENZO NASTATI
CREATIVE COMMONS
Licenza Creative Commons
I NOSTRI VIDEO

2017
QUI E ORA
Ultimi argomenti
SELEZIONA L’ARGOMENTO
  • Novità
  • Incontri e percorsi base 2016 con Enzo Nastati
  • Pubblicazioni aggiornate al 2016
  • Commenti di Enzo Nastati
  • Il Passaggio
  • Apocalisse/vangeli
  • Nuova agricoltura Cristica
  • Alimentazione
  • Un Ponte tra Antroposofia e Missione Divina
  • I 10 Comandamenti
  • I nostri video
  • YOUTUBE
  • Qui e Ora
  • Indicazioni di Enzo Nastati su quello che sta avvenendo nei Mondi Spirituali
  • Attualità
  • Meteorologia Spirituale
  • Geografia
  • Spazio
  • Petrolio, vulcani - terremoti - alluvioni
  • Internet e nuove tecnologie
  • Finanza
  • Politica
  • Storia
  • Economia e triarticolazione
  • Antroposofia
    Rudolf Steiner
  • Antroposofia Generale
  • Johann Wolfgang Goethe
  • Antroposofia Generale
  • Filosofia della Libertà
  • Iniziazione
  • Esercizi Spirituali
  • Scienza Occulta
  • La Bibbia
  • Inferno, Purgatorio, Paradiso
  • Natale
  • Pasqua
  • Pentecoste
  • l'Ottava Sfera
  • Alchimia
  • Karma
  • Teosofia
  • Evoluzione
  • Scienza dello Spirito
  • Il Calendario dell'Anima
  • Passato, presente, futuro
  • Pensare Sentire Volere
  • Platonici e Aristotelici
  • Personaggi attuali e del passato
  • Il Teorema di Pitagora
  • Matematica Spirituale
  • La Preghiera
  • La via del dolore
  • Bene e Male
  • Il perdono
  • Uomo e Cosmo
  • Astronomia
  • Angeli e Gerarchie Spirituali
  • L'uomo come Religione degli Dei
  • Comunità
  • Uomo e Donna
  • Gli Animali
  • Alimentazione
  • Musica
  • Arte
  • Biblioteca Spirituale
  • Rudolf Steiner
  • W.J.Goethe
  • Novalis
  • Kaspar Hauser
  • Giuliano Kremmerz
  • Paracelso
  • Cagliostro
  • Lev Nicolaevic Tolstoj
  • Sri Aurobindo
  • Profezie
    Leggere prima delle Profezie
  • Presentazioni Utenti
  • Presentazioni
  • Lavori personali
  • Argomenti preferiti
  • CASE E SALUTE
  • CASE ECOLOGICHE E CASE IGIENICO - TERAPEUTICHE
  • ASS. ARCA DELLA VITA
    PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE L'ASSOCIAZIONE ARCA DELLA VITA IL RECAPITO E' IL SEGUENTE
    ASSOCIAZIONE
    " ARCA DELLA VITA"
    SEDE OPERATIVA VIA FERROVIA,70 - 33033 BEANO DI CODROIPO ( UDINE)- ITALIA-
    TEL +39  0432 905724 -
    FAX 1782749667  segreteria@albios.it

    Condividi | 
     

     CREATURE MECCANICHE DI SAMAEL AUN WEOR

    Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    neter



    Messaggi : 208
    Data d'iscrizione : 06.06.11

    MessaggioTitolo: CREATURE MECCANICHE DI SAMAEL AUN WEOR   Mer Feb 06, 2013 3:18 pm

    CREATURE MECCANICHE
    La Legge di Ricorrenza si manifesta in ogni momento della nostra vita: è un fatto innegabile.
    Tutti i giorni, nella nostra esistenza vediamo senz’altro un ripetersi di eventi, di stati di
    Coscienza, di parole, desideri, pensieri, volontà...
    È ovvio che, quando non ci si auto-osserva, non ci si può rendere conto di questa continua
    ripetizione quotidiana.
    Chi non ha alcun interesse ad osservare se stesso, evidentemente non desidera nemmeno
    lavorare per ottenere una vera trasformazione radicale.
    C’è gente -e questo è il colmo- che vorrebbe trasformarsi senza lavorare su se stessa.
    Tutti hanno diritto alla reale felicità dello spirito -non intendiamo negarlo- ma è altrettanto
    certo che questa felicità è impossibile se non si lavora su se stessi.
    Si può cambiare nell’intimo solo quando si riesce veramente a modificare le proprie reazioni
    davanti alle svariate situazioni che ogni giorno ci capitano.
    Tuttavia non si può modificare il proprio modo di reagire di fronte ai fatti della vita pratica se
    non si lavora seriamente su se stessi.
    Dobbiamo cambiare il nostro modo di pensare, essere meno negligenti, diventare più seri e
    prendere la vita in modo diverso, nel suo senso pratico e reale.
    Se però continuiamo ad essere come siamo, comportandoci nello stesso modo un giorno dopo
    l’altro, ripetendo gli stessi errori con la stessa negligenza di sempre, elimineremo qualsiasi
    possibilità di cambiamento.
    Se si vuole veramente arrivare a conoscere se stessi bisogna cominciare ad osservare la propria
    condotta di fronte agli avvenimenti di un qualsiasi giorno della vita.
    Con questo non vogliamo affatto dire che non ci si debba osservare quotidianamente, ma
    affermiamo soltanto che bisogna cominciare ad osservare lo svolgersi di una prima giornata.
    In tutto c’è un inizio e cominciare ad osservare la propria condotta in un giorno qualsiasi
    della vita è già un buon inizio.
    La cosa più indicata da farsi è certamente osservare le proprie reazioni meccaniche di fronte
    a tutti quel piccoli dettagli di intimità coniugale, di famiglia, di alimentazione, di casa, strada,
    lavoro, ecc., ciò che si dice, si prova o si pensa.
    È poi importante vedere in quale modo si possono cambiare queste reazioni. Se però crediamo
    di essere brave persone che in nessuna occasione si comportano in modo incosciente e sbagliato,
    non avremo mai un cambiamento.
    Occorre prima di tutto capire che, più che persone, siamo macchine, semplici marionette
    manovrate da agenti nascosti, da io occulti.
    Dentro la nostra persona vivono molte persone: non siamo mai identici. A volte si manifesta
    in noi una persona meschina, altre volte una persona irritabile; in qualunque altro istante siamo
    squisiti e benevoli, poco dopo scandalosi o calunniatori, quindi santi, poi bugiardi, e via dicendo.
    Abbiamo gente di tutti i tipi dentro ognuno di noi, io di tutte le specie. La nostra personalità
    non è altro che una marionetta, un burattino parlante, qualcosa di meccanico.
    Cominciamo una buona volta a comportarci coscientemente per una piccola parte del giorno!
    Bisogna smettere di essere semplici macchine, foss’anche solo per pochi minuti ogni giorno.
    Questo influirà in modo decisivo sulla nostra esistenza.
    Quando ci auto-osserviamo e non facciamo ciò che questo o quell’io vuole, è chiaro che
    cominciamo a non essere più macchine.
    Un solo momento, in cui si sia coscienti quel tanto da smettere di essere macchine, se viene
    realizzato di proposito, sovverte -di norma- molte circostanze sgradevoli.
    Disgraziatamente, viviamo ogni giorno una vita meccanica, monotona, assurda: ripetiamo le
    stesse vicende. Le nostre abitudini sono sempre le stesse: non abbiamo mai voluto cambiarle,
    come fossero i binari fissi sui quali prosegue il treno della nostra miserabile esistenza; eppure
    pensiamo di noi le cose migliori...
    Dappertutto abbondano i mitomani, coloro che si credono dei: creature meccaniche, ripetitive,
    personaggi striscianti nel fango, miseri burattini mossi da diversi io. Gente così non lavorerà
    mai su se stessa...
    Torna in alto Andare in basso
     
    CREATURE MECCANICHE DI SAMAEL AUN WEOR
    Torna in alto 
    Pagina 1 di 1

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
    Forum di Scienza Spirituale :: BIBLIOTECA SPIRITUALE :: Samael Aun Weor-
    Vai verso: