IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
FORUM DI SCIENZA SPIRITUALE CON ARGOMENTI SCIENTIFICO SPIRITUALI E DI ATTUALITA' CHE FANNO RIFERIMENTO A Rudolf Steiner e AGLI STUDI DI Enzo Nastati AGGIORNAMENTI 2017 sugli incontri con Enzo Nastati - visitare la sezione INCONTRI E PERCORSI BASE 2017 CON ENZO NASTATI
CREATIVE COMMONS
Licenza Creative Commons
I NOSTRI VIDEO

2017
QUI E ORA
Ultimi argomenti
» Energia libera : http://www.magravsitalia.com/
Mar Giu 27, 2017 7:21 pm Da Admin

» Apicultura naturale
Ven Mag 12, 2017 3:51 pm Da apinaturale

» Sull'offuscamento dell'ipofisi ...
Mar Apr 18, 2017 12:37 pm Da neter

» AUGURI
Mer Nov 16, 2016 4:20 pm Da Admin

» INCONTRI CON ENZO NASTATI 2016
Gio Nov 10, 2016 6:13 am Da Admin

» Piacere, Antares!
Gio Nov 10, 2016 5:52 am Da Admin

» I SEGRETI DEL CAMMINO DI CRESCITA INTERIORE - Enzo Nastati - PDF
Mer Ott 26, 2016 5:51 pm Da Admin

» eccomi con le api
Lun Ott 03, 2016 6:15 pm Da Admin

» La morte ... potrebbe essere quello che chiamiamo Dio (Krishnamurti)
Mar Ago 02, 2016 4:18 pm Da Admin

» CALENDARIO DELL'ANIMA DI RUDOLF STEINER - Commentato da Enzo Nastati e Collaboratori - PDF
Lun Ago 01, 2016 8:31 pm Da Admin

» CERIMONIA DEL TUNNEL DI SAN GOTTARDO IN SVIZZERA
Lun Giu 27, 2016 9:36 am Da Admin

» la Resurrezione di Lazzaro
Gio Giu 16, 2016 5:12 pm Da Loretta

» G e o m e t r i a C a r d i a c a C H E S T A H E D R O N Frank Chester
Sab Giu 11, 2016 3:30 pm Da sinwan85PHAR

» Madre Nostra
Ven Giu 03, 2016 10:49 pm Da Loretta

» Immortalità della coscienza
Gio Mag 26, 2016 4:23 pm Da sinwan85PHAR

SELEZIONA L’ARGOMENTO
  • Novità
  • Incontri e percorsi base 2016 con Enzo Nastati
  • Pubblicazioni aggiornate al 2016
  • Commenti di Enzo Nastati
  • Il Passaggio
  • Apocalisse/vangeli
  • Nuova agricoltura Cristica
  • Alimentazione
  • Un Ponte tra Antroposofia e Missione Divina
  • I 10 Comandamenti
  • I nostri video
  • YOUTUBE
  • Qui e Ora
  • Indicazioni di Enzo Nastati su quello che sta avvenendo nei Mondi Spirituali
  • Attualità
  • Meteorologia Spirituale
  • Geografia
  • Spazio
  • Petrolio, vulcani - terremoti - alluvioni
  • Internet e nuove tecnologie
  • Finanza
  • Politica
  • Storia
  • Economia e triarticolazione
  • Antroposofia
    Rudolf Steiner
  • Antroposofia Generale
  • Johann Wolfgang Goethe
  • Antroposofia Generale
  • Filosofia della Libertà
  • Iniziazione
  • Esercizi Spirituali
  • Scienza Occulta
  • La Bibbia
  • Inferno, Purgatorio, Paradiso
  • Natale
  • Pasqua
  • Pentecoste
  • l'Ottava Sfera
  • Alchimia
  • Karma
  • Teosofia
  • Evoluzione
  • Scienza dello Spirito
  • Il Calendario dell'Anima
  • Passato, presente, futuro
  • Pensare Sentire Volere
  • Platonici e Aristotelici
  • Personaggi attuali e del passato
  • Il Teorema di Pitagora
  • Matematica Spirituale
  • La Preghiera
  • La via del dolore
  • Bene e Male
  • Il perdono
  • Uomo e Cosmo
  • Astronomia
  • Angeli e Gerarchie Spirituali
  • L'uomo come Religione degli Dei
  • Comunità
  • Uomo e Donna
  • Gli Animali
  • Alimentazione
  • Musica
  • Arte
  • Biblioteca Spirituale
  • Rudolf Steiner
  • W.J.Goethe
  • Novalis
  • Kaspar Hauser
  • Giuliano Kremmerz
  • Paracelso
  • Cagliostro
  • Lev Nicolaevic Tolstoj
  • Sri Aurobindo
  • Profezie
    Leggere prima delle Profezie
  • Presentazioni Utenti
  • Presentazioni
  • Lavori personali
  • Argomenti preferiti
  • CASE E SALUTE
  • CASE ECOLOGICHE E CASE IGIENICO - TERAPEUTICHE
  • ASS. ARCA DELLA VITA
    PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE L'ASSOCIAZIONE ARCA DELLA VITA IL RECAPITO E' IL SEGUENTE
    ASSOCIAZIONE
    " ARCA DELLA VITA"
    SEDE OPERATIVA VIA FERROVIA,70 - 33033 BEANO DI CODROIPO ( UDINE)- ITALIA-
    TEL +39  0432 905724 -
    FAX 1782749667  segreteria@albios.it
    PAGINE VISUALIZZATE DAL 02/04/2011


    Condividere | 
     

     Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore   Dom Giu 24, 2012 7:45 pm


    1° CONCENTRAZIONE

    Consiste nel riattivare le forze originarie della coscienza, mediante la convergenza volitiva del pensiero su un unico tema.
    Si rivolge il pensiero ad un determinato oggetto, il piú semplice possibile: si pone questo al centro dell’attenzione cosciente, richiamando altri pensieri che abbiano un nesso logico con esso.
    La semplicità dell’oggetto, o del tema, è richiesta dal senso pratico dell’esercizio, che tende a potenziare, piuttosto che la coscienza dell’oggetto, la forza-pensiero messa in atto mediante esso.
    L’esercizio conduce all’esperienza del potenziale sintetico del pensiero, indipendente dal significato dell’oggetto.
    È importante, per la riuscita di esso, l’illimitata attenzione, ossia l’evitare qualsiasi distrazione riguardo a tema: che deve permanere al centro della coscienza almeno 5 minuti. In seguito questo tempo può essere aumentato, allorché si noterà un beneficio generale della vita interiore e di quella corporea, in conseguenza dell’esercizio. È importante che questo sia compiuto senza sforzo cerebrale, ma solo per intensificato moto di pensiero.

    Da: La Via dei Nuovi Tempi - Ed. Perseo - Roma
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore   Lun Giu 25, 2012 9:46 am


    2° L'AZIONE PURA

    È l’esercizio che dinamizza direttamente la volontà, attuando l’ascesi dell’agire per l’agire. Consiste nell’imporre a se stessi doveri quotidiani di poca o nessuna importanza, per esempio spostare una sedia, spolverare un mobile, predeterminandone il momento, anche 24 ore prima.
    I moventi ordinari delle azioni scaturiscono per lo piú dalle relazioni sociali, dall’educazione, dalla professione ecc., raramente da iniziativa pura.
    Si deve trovare nella giornata un minimo di tempo, pochi secondi, per compiere azioni volute di propria iniziativa. In quanto insignificanti, esse conseguono un fine piú profondo che le significanti: sollecitano direttamente il potenziale della volontà..

    Da: La Via dei Nuovi Tempi - Ed. Perseo - Roma
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore   Mar Giu 26, 2012 8:54 am

    3° EQUANIMITA'

    Consiste nel servirsi delle emozioni, per un intervento della volontà cosciente: questa, sia pure per attimi, sospende la reazione istintiva dovuta all’emozione. Si tratta di evitare all’anima la continua oscillazione tra il tripudio e l’abbattimento. Chi crede che la propria spontaneità emotiva o il proprio sentimento artistico ne abbiano a soffrire, ignora la potenza interiore che consegue dal chiaro equilibrio del sentimento.
    Dapprima non è possibile evitare gli intensi stati d’animo, quando sopraggiungono, ma è possibile esercitarsi a sospenderne per attimi la travolgenza, ritrovando al centro se stessi: indi lasciarli esprimere secondo la loro necessità.
    Tale minimo controllo, con il tempo, conduce a una positiva autonomia rispetto ad essi: dà modo di assumere la loro forza senza esserne travolti.
    Si può dire di possedere l’equanimità, quando si giunge a sentire come propri i dolori e le gioie degli altri, e come di altri i propri dolori, le proprie gioie.

    Da: La Via dei Nuovi Tempi - Ed. Perseo - Roma
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore   Mer Giu 27, 2012 10:51 am


    4° POSITIVITA'

    Per mezzo di questa qualità si giunge a vedere il bello e il buono degli esseri e delle cose, in quanto si prescinde dagli aspetti negativi. Lo spirito di tale attitudine può essere lumeggiato da una leggenda persiana del Cristo: il Cristo vide un giorno un cane morto abbandonato per la via. Egli si fermò a contemplarlo, i discepoli che erano con Lui, invece, si scostarono presi da ribrezzo. Ciò vedendo, il Cristo esclamò: «Che bei denti aveva questo animale!». Persino in quella carogna, Egli sapeva trovare il bello.
    Se, secondo tale spirito, si orienta l’anima, si scorgerà in ogni cosa, o essere, la qualità positiva, il meglio, proprio quando ciò riesce difficile.
    Tale attitudine esercita una potente azione formatrice sull’anima e sul corpo, in quanto il buono e il bello di un essere sono la sua realtà: con la quale la nostra realtà entra in un accordo di profondità.
    Da: La Via dei Nuovi Tempi - Ed. Perseo - Roma

    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore   Gio Giu 28, 2012 11:36 am


    5° LA SPREGIUDICATEZZA

    Proseguendo nella disciplina, il discepolo si educa a non fondare il proprio giudizio esclusivamente sul passato. Deve poter trascurare, in talune circostanze, ciò che ha acquisito con l’esperienza: aprirsi senza pregiudizi a nuove esperienze o ad un diverso giudizio riguardo a cose già interpretate.
    Egli si esercita a tale attitudine coscientemente. Se, per esempio, qualcuno gli dice che il campanile del Duomo veduto poc’anzi si è spostato di 45°, non deve dire subito che ciò non è possibile: egli deve sempre sapersi riservare uno spiraglio aperto alla novità. Chi rimane ancorato a giudizi definitivi, immobilizza la propria anima. Non vi è giudizio umano che, rispetto all’evoluzione dell’uomo, possa considerarsi definitivo.
    Il cercatore deve poter essere ricettivo verso l’inaspettato: altrimenti si chiude alla verità, ossia a ciò che è oltre il limite dell’ordinario conoscere.
    Occorre rendersi indipendenti dai giudizi già formati, per poter accogliere l’ignoto. Grazie a tale attitudine, il corpo fisico e l’anima vengono trasportati a uno stato di superiore luminosità.

    Da: La Via dei Nuovi Tempi - Ed. Perseo - Roma
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Equilibrio Creativo   Ven Giu 29, 2012 6:20 am

    EQUILIBRIO

    Questo si costruisce gradualmente da sé, come prodotto dei cinque esercizi. Il discepolo deve concentrare la propria attenzione sulle qualità che ne risultano. Se egli si impossessa di forze interiori, senza coltivare tali qualità, si troverà presto in difficoltà. Le forze interiori si corrompono, diventando istinti distruttivi, in colui che non le congiunga con il principio superiore della coscienza.
    Gli esercizi qui brevemente descritti sviluppano simultaneamente le forze e la loro connessione con l’Essenza-Logos dell’uomo. Essi derivano da un insegnamento che accompagna perennemente l’uomo, per realizzare in lui, attraverso i mutamenti e le evoluzioni, ciò che è originario.
    Non v’è esperienza sovrasensibile che possa conseguirsi con mezzi illeciti o non pertinenti, come droghe, allucinogeni, pratiche spiritistiche o di grossolana magia. L’autentica esperienza sovrasensibile esige un potenziamento delle forze superiori della coscienza, conseguibile soprattutto grazie a una rigorosa disciplina del pensiero, del sentimento e della volontà. Questa disciplina non può essere l’escogitazione di un’acuta intelligenza umana, bensí l’espressione di una saggezza superumana. I cinque esercizi, malgrado la loro apparente semplicità, esprimono tale Saggezza.
    Occorre guardarsi dall’alimentare in se stessi l’illusione che le qualità risultanti dai cinque esercizi già si posseggano, solo per il fatto che si è capaci talora di positività, spregiudicatezza ecc.: tali qualità vengono sviluppate di proposito, con impegno metodico e con il preciso intento della liberazione delle forze superiori dell’anima, che dànno modo al discepolo di scindere, nella quotidiana pratica della vita, l’essenziale dall’illusorio: di vedere la realtà oltre la parvenza.

    Da: La Via dei Nuovi Tempi - Ed. Perseo - Roma
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Aliazzurre



    Messaggi : 4
    Data d'iscrizione : 12.08.12

    MessaggioTitolo: i 6 esercizi   Dom Ago 12, 2012 12:46 pm

    Salve a tutti questo è il mio primo post, vorrei capire alcune cose riguardo ai sei esercizi, da qualche tempo mi sono avvicinato all'antroposofia e quello che per il momento mi interessa di più sono i sei esercizi, a proposito dei dei esercizi Steiner dice che:

    "disciplinare la vita secondo l'indicazione data è utile anche per chi non vuole o non può affrontare una preparazione occulta. infatti si verifica un effetto sull'organismo dell'anima in ogni caso anche se lentamente"

    Io mi trovo proprio in questa situazione, e so che l'esecuzione di questi sei esercizi risveglia i petali del chakra del cuore donando la capacità di sentire il freddo e il calore animico,
    mi chiedo se si arriva ad avere questa qualità solamente praticando i sei esercizi senza esercizi di metidazione, inoltre la percezione di questo freddo animico può turbare la vita di una persona oppure è una lieve percezione sottile?

    Grazie
    Tornare in alto Andare in basso
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore   Lun Ago 13, 2012 9:02 am


    Caro/a Aliazzurre, provo a rispondere alle tue domande.

    Se queste domande le poni ad un “antroposofo doc” ti risponderà che devi assolutamente proseguire negli esercizi, se in un qualche modo arrivano a me, io ti rispondo in modo diverso. Innanzi tutto un fatto: lo Steiner non ne parla proprio nel suo libro dove essi “dovrebbero” esserci di “obbligo”, ossia in Iniziazione. Perché? A mio avviso questa è la domanda da farsi.

    I 6 esercizi sono di “riordino” dell’anima (nel caso di aver effettuato delle pratiche non coerenti con l’impulso del Cristo). Per aprire i 6 petali, sono altri gli esercizi/virtù da sviluppare. Queste sono le 6 virtù del cuore che poi portano il frutto nella 7°: l’Amore.
    Ti riporto un estratto del mio “Il Popolo Eletto” dove esse trovano spazio.

    Buon cammino
    Enzo


    Lo sviluppo dei sei petali cristici del cuore si articola nello sviluppo di sei passaggi, di sei virtù: Apprezzamento, Compassione, Perdono, Umiltà, Comprensione e Ardimento.
    Questi possono essere visualizzati come vertici di una stella a sei punte: la stella di Davide (vedere figura seguente). Anche la continua ripetizione cosciente del nome di queste virtù nella loro successione, determina in pochi mesi il ruotare del chakra del cuore.

    Vediamole più da vicino.

    Apprezzamento: questa virtù è focalizzata sulla consapevolezza che Dio circonda tutti gli esseri con un campo di coscienza e che questa coscienza ci unifica. Ognuno di noi coglie degli aspetti quanto-qualitativi diversi di questa coscienza e cerca di trasferirla nella pratica al meglio che può. Tutti operiamo per lo stesso scopo che è l’evoluzione spirituale del creato. Ad un livello più semplice, l’apprezzamento si esprime con dei piccoli gesti di gratitudine che sostengono la lealtà ed i legami di relazione.

    Compassione: dall’apprezzamento nasce la profonda consapevolezza della sofferenza altrui unita al desiderio di dare sollievo a questa sofferenza.
    Ciascuno di noi è continuamente messo alla prova per trasformare le sue paure, limiti, conoscenze e dovremmo imparare a com-patire (e non a giudicare) l’anima che si trova immersa in queste battaglie.


    Perdono – Il perdono sorge dal pensiero che ciascuno di noi sta facendo del suo meglio, rispetto alle circostanze della vita, e quindi nasce uno stato naturale di accettazione. Quando la percezione di un’ingiustizia entra nella nostra esperienza, non importa se pensiamo di essere noi a produrla o a subirla, possiamo sostituire il sentimento di vittimismo o di irritazione con la comprensione e la compassione. Il perdono è l’espressione più alta della comprensione e della compassione e solo l’Io umano può per-donare, ossia effettuare questo dono all’altro ed al mondo spirituale.

    Umiltà – Figlia della capacità di perdonare e quindi legata all’Io Superiore è l’umiltà, ossia la capacità di comprendere con il cuore, la mente e l’anima unite nella grazia di Dio.
    L’umiltà è la capacità di comprendere che l’essere che rappresenta la nostra vera essenza, la nostra più piena identità, è la presenza dell’amore incarnato in forma umana e questo amore si esprime nelle virtù del cuore, in quanto l’amore non è una faccenda sentimentale o un’intensa emozione ma è una forza liberatrice dove tutti sono uno, tutti sono pari, tutti sono divini e tutti sono immortali.

    Comprensione – Dalla forza dell’amore insita nel perdonare e dall’atteggiamento di umiltà che sviluppiamo dinanzi alla Grazia divina, nasce un nuovo livello di comprensione. Questa comprensione è l’aspetto dell’intelligenza del cuore che riconosce che il distacco dall’amore cosmico con cui nasciamo è una componente necessaria affinché le esperienze del Male che incontriamo durante la nostra esistenza ci permettano di sviluppare sempre più Bene, sempre più Amore in noi.

    Ardimento (o intrepidezza) – Da questa comprensione sempre più elevata del Piano divino nasce il coraggio indomito di porsi al servizio di esso, di testimoniare la Verità colta, di donare l’Amore così duramente conquistato. L’ardimento diventa così il dire il vero con autorità, in special modo quando viene commessa un’ingiustizia. Nell’attuale ordinamento sociale è atteggiamento comune far finta di ignorare le ingiustizie del mondo. A minacciare e impedire in modo particolare l’espressione dell’ardimento sono l’egocentrismo, cioè l’essere totalmente assorbiti dal proprio mondo personale, e la paura delle conseguenze.


    15.8 I TRE DESIDERI

    Allo sviluppo delle virtù del cuore si oppongono tre sottili desideri che si nascondono dietro a quasi tutto ciò che vogliamo raggiungere: la gratificazione immediata, il controllo e la cosa-successiva. Vediamoli più da vicino.

    Il Desiderio di Gratificazione Immediata - ‘Velocizzare’ è lo slogan del giorno, e il fine di questa accelerazione è fare tutto più in fretta e in meno tempo; essere più produttivi; essere il miglior impiegato; essere il miglior studente; essere tutto meglio, e farlo o acquisirlo più in fretta e più facilmente. È bene invece considerare la velocità con cui miglioriamo come insignificante o di nessuna importanza. Forse è uno strano monito, ma il bisogno di fare in fretta è di per se stesso un padrone che infiamma l’ego come poche cose fanno.

    Il Desiderio di Controllo - Il secondo sottile desiderio che spesso ci fa andare fuori rotta è il nostro insaziabile desiderio di controllo. Ci viene insegnato a controllare le nostre emozioni, desideri, ideali, sogni, ecc. Inoltre siamo sempre impegnati a lottare contro avversari che vogliono avere altrettanto controllo su di noi o contro di noi. E’ una competizione senza fine. L’antidoto a questo deliberato controllo è dimostrare a noi stessi che sappiamo sentirci sicuri proprio quando ci sentiamo insicuri; che sappiamo come esprimere le virtù del cuore quando andiamo a sbattere contro le difficoltà della vita, e che sappiamo richiamare il nostro Io superiore quando sentiamo il nostro ego incombere. Appelliamoci alla nostra saggezza delle sei virtù del cuore e impariamo ad esprimerle quando le difficoltà della vita bussano alla nostra porta.

    Il Desiderio della Cosa-Successiva - Di solito si considera la cosa-successiva più interessante o potente della cosa del momento e ciò in una corsa affannosa che rischia di portarci fuori strada. Vivere dal cuore non è centrato sulla precisione della tecnica o su complesse pratiche di controllo del corpo, della mente o delle emozioni: è la semplice pratica delle virtù del cuore nelle nostre attività di tutti i giorni, momento dopo momento.

    15.9 LA PRATICA -QUANDO - QUALE - COME

    Esprimere le virtù del cuore è una pratica che consiste nell’avere presenza di spirito riguardo al:

    o quando applicare le virtù del cuore (o un loro qualsiasi sottogruppo) a una particolare situazione della vita,

    o quale applicare, e

    o come esprimere le virtù in quella situazione.

    Non c’è alcun manuale di istruzione per quando-quale applicare e come esprimerlo. E’ praticandola che troverete le istruzioni pratiche di come sperimentare la vita nel momento opportuno..

    15.10 COSA CI GUADAGNO?

    Un elemento che è molto radicato nel nostro modo di pensare è il cosa guadagnerò ad applicare la pratica quando-quale-come? Questo perché il nostro ordinamento sociale è orientato all’ambizione e all’affermazione, di solito finalizzato a guadagno, ricompensa e/o riconoscimento.

    Il motivo è perchè ciò ci permette di raggiungere il nostro scopo più elevato: la conquista delle forze dell’Amore. Vi si giunge solo attraverso il controllo delle emozioni e questa è la verginità di cui si parla nei Vangeli.

    Con questa espressione si intende il completo controllo dell’Io sul corpo astrale e di questo sul corpo eterico e di quest’ultimo sul corpo fisico. Normalmente avviene l’incontrario, il corpo fisico (con i suoi istinti) domina sull’eterico, questo (con le sue abitudini, temperamenti) domina sull’astrale e questo a sua volta (con le sue passioni, brame, carattere) domina sull’Io. Mariam è l’archetipo della verginità: a noi diventare vergini savie e non stolte e quindi avere olio-spirito nella nostra lanterna per percorrere la Via che ci porta allo Sposo-Cristo.
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Aliazzurre



    Messaggi : 4
    Data d'iscrizione : 12.08.12

    MessaggioTitolo: Re: Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore   Lun Ott 29, 2012 10:32 pm

    In questo periodo mi sto esercitando con l'esercizio del controllo del pensiero, ho notato che Steiner ripropone questo esercizio anche in altre sue conferenze, ad esempio nella conferenza intitolata "Educazione pratica del pensiero", mentre in "Nervosità fenomeno del nostro tempo" viene proposto un esercizio per rafforzare la volontà valutando i pro e i contro di fronte alcune scelte e alla fine far vincere una forza su un altra, anche in questo esercizio è richiesto un certo controllo del pensiero.

    Volevo condividere con voi una riflessione in merito all'utilizzo di internet in relazione con l'esercizio del controllo del pensiero. L'altro giorno stavo guardando in internet un video di un gruppo musicale, e ho letto il primo commento al video che diceva più o meno così: "stavo cercando alcuni integratori alimentari e invece ho scoperto questi bravi ragazzi". La cosa mi ha fatto notevolmente riflettere soprattutto perchè molto spesso mi capita di cominciare a cercare alcune informazioni sul web e poi finisco con il leggere tutt'altro. I vari banner, link, messaggi ecc. possono incuriosire e cambiare il corso delle nostre ricerche, in questo modo si farebbe un'attività contraria da quella proposta dall'esercizio del controllo del pensiero di Steiner che invece propone di direzionare con volontà il corso dei propri pensieri che solitamente sono in balia degli eventi esterni.

    Con questo non voglio dire che ogni qualvolta che si utilizzi internet lo si dovrebbe fare solo con l'obbiettivo di cercare determinate informazioni senza permettersi divagazioni, a volte può essere utile navigare un po' a caso senza meta precisa in modo spontaneo, infatti in questo modo si possono scoprire dei siti e delle informazioni molto interessanti che altrimenti non saremmo mai riusciti a scoprire, questo però dovrebbe essere fatto in maniera cosciente, se invece ci sono delle informazioni specifiche che vogliamo approfondire dovremmo attenerci ad esse senza sviare la direzione dei propri pensieri. Facendo attenzione a questo particolare ho notato di utilizzare internet in modo migliore di approfondire di più certi argomenti e di perdere meno tempo. Si potrebbe utilizzare internet per fare una sorta di esercizio di controllo del pensiero evitando così dispersioni inutili e diventando più concreti.
    Tornare in alto Andare in basso
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore   Gio Nov 01, 2012 11:41 am

    Risposta di Enzo Nastati

    Cara/o Aliazzurre, il problema che tocchi è molto serio ed anche noi stiamo cercando di portare sempre più chiarezza nell'utilizzo del computer e di Internet. L'aspetto che tu sottolinei sicuramente porta altro materiale riguardo la pericolosità insita nei programmi di Microsoft e di Internet (i famosi 3 "6", ossia la sesta lettera dell'alfabeto eraico...). Quello che posso dirti è che i vari programmi di Microsoft nel tempo (dal lontano Windows 98 all'ultimo prodotto della premiata ditta) agiscono sulla capacità di elaborare le connessioni di pensiero, quale pensiero: proprio quello spirituale!
    Noi ci stiamo orientando a passare a Linux che è praticamente innocuo su questo fronte.
    Non ti ho detto molto, in realtà sei tu che hai aiutato me nella ricerca di cui ti ho detto. Quindi: GRAZIE!
    Enzo

    sss
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Contenuto sponsorizzato




    MessaggioTitolo: Re: Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore   

    Tornare in alto Andare in basso
     
    Esercizi scientifico spirituali per lo sviluppo interiore
    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
    Pagina 1 di 1

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
    Forum di Scienza Spirituale :: ANTROPOSOFIA :: ANTROPOSOFIA GENERALE :: ESERCIZI SPIRITUALI-
    Andare verso: