IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
FORUM DI SCIENZA SPIRITUALE CON ARGOMENTI SCIENTIFICO SPIRITUALI E DI ATTUALITA' CHE FANNO RIFERIMENTO A Rudolf Steiner e AGLI STUDI DI Enzo Nastati AGGIORNAMENTI 2017 sugli incontri con Enzo Nastati - visitare la sezione INCONTRI E PERCORSI BASE 2017 CON ENZO NASTATI
CREATIVE COMMONS
Licenza Creative Commons
I NOSTRI VIDEO

2017
QUI E ORA
Ultimi argomenti
» Energia libera : http://www.magravsitalia.com/
Ven Giu 23, 2017 10:50 am Da sinwan85PHAR

» Apicultura naturale
Ven Mag 12, 2017 3:51 pm Da apinaturale

» Sull'offuscamento dell'ipofisi ...
Mar Apr 18, 2017 12:37 pm Da neter

» AUGURI
Mer Nov 16, 2016 4:20 pm Da Admin

» INCONTRI CON ENZO NASTATI 2016
Gio Nov 10, 2016 6:13 am Da Admin

» Piacere, Antares!
Gio Nov 10, 2016 5:52 am Da Admin

» I SEGRETI DEL CAMMINO DI CRESCITA INTERIORE - Enzo Nastati - PDF
Mer Ott 26, 2016 5:51 pm Da Admin

» eccomi con le api
Lun Ott 03, 2016 6:15 pm Da Admin

» La morte ... potrebbe essere quello che chiamiamo Dio (Krishnamurti)
Mar Ago 02, 2016 4:18 pm Da Admin

» CALENDARIO DELL'ANIMA DI RUDOLF STEINER - Commentato da Enzo Nastati e Collaboratori - PDF
Lun Ago 01, 2016 8:31 pm Da Admin

» CERIMONIA DEL TUNNEL DI SAN GOTTARDO IN SVIZZERA
Lun Giu 27, 2016 9:36 am Da Admin

» la Resurrezione di Lazzaro
Gio Giu 16, 2016 5:12 pm Da Loretta

» G e o m e t r i a C a r d i a c a C H E S T A H E D R O N Frank Chester
Sab Giu 11, 2016 3:30 pm Da sinwan85PHAR

» Madre Nostra
Ven Giu 03, 2016 10:49 pm Da Loretta

» Immortalità della coscienza
Gio Mag 26, 2016 4:23 pm Da sinwan85PHAR

SELEZIONA L’ARGOMENTO
  • Novità
  • Incontri e percorsi base 2016 con Enzo Nastati
  • Pubblicazioni aggiornate al 2016
  • Commenti di Enzo Nastati
  • Il Passaggio
  • Apocalisse/vangeli
  • Nuova agricoltura Cristica
  • Alimentazione
  • Un Ponte tra Antroposofia e Missione Divina
  • I 10 Comandamenti
  • I nostri video
  • YOUTUBE
  • Qui e Ora
  • Indicazioni di Enzo Nastati su quello che sta avvenendo nei Mondi Spirituali
  • Attualità
  • Meteorologia Spirituale
  • Geografia
  • Spazio
  • Petrolio, vulcani - terremoti - alluvioni
  • Internet e nuove tecnologie
  • Finanza
  • Politica
  • Storia
  • Economia e triarticolazione
  • Antroposofia
    Rudolf Steiner
  • Antroposofia Generale
  • Johann Wolfgang Goethe
  • Antroposofia Generale
  • Filosofia della Libertà
  • Iniziazione
  • Esercizi Spirituali
  • Scienza Occulta
  • La Bibbia
  • Inferno, Purgatorio, Paradiso
  • Natale
  • Pasqua
  • Pentecoste
  • l'Ottava Sfera
  • Alchimia
  • Karma
  • Teosofia
  • Evoluzione
  • Scienza dello Spirito
  • Il Calendario dell'Anima
  • Passato, presente, futuro
  • Pensare Sentire Volere
  • Platonici e Aristotelici
  • Personaggi attuali e del passato
  • Il Teorema di Pitagora
  • Matematica Spirituale
  • La Preghiera
  • La via del dolore
  • Bene e Male
  • Il perdono
  • Uomo e Cosmo
  • Astronomia
  • Angeli e Gerarchie Spirituali
  • L'uomo come Religione degli Dei
  • Comunità
  • Uomo e Donna
  • Gli Animali
  • Alimentazione
  • Musica
  • Arte
  • Biblioteca Spirituale
  • Rudolf Steiner
  • W.J.Goethe
  • Novalis
  • Kaspar Hauser
  • Giuliano Kremmerz
  • Paracelso
  • Cagliostro
  • Lev Nicolaevic Tolstoj
  • Sri Aurobindo
  • Profezie
    Leggere prima delle Profezie
  • Presentazioni Utenti
  • Presentazioni
  • Lavori personali
  • Argomenti preferiti
  • CASE E SALUTE
  • CASE ECOLOGICHE E CASE IGIENICO - TERAPEUTICHE
  • ASS. ARCA DELLA VITA
    PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE L'ASSOCIAZIONE ARCA DELLA VITA IL RECAPITO E' IL SEGUENTE
    ASSOCIAZIONE
    " ARCA DELLA VITA"
    SEDE OPERATIVA VIA FERROVIA,70 - 33033 BEANO DI CODROIPO ( UDINE)- ITALIA-
    TEL +39  0432 905724 -
    FAX 1782749667  segreteria@albios.it
    PAGINE VISUALIZZATE DAL 02/04/2011


    Condividere | 
     

     Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Mer Nov 16, 2011 4:20 pm


    Commento di Enzo Nastati


    Metereologia

    Oggi l'uomo si trova di fronte ad un pesante dilemma: da una parte assiste al lento ma progressivo indebolimento delle leggi che governano la sfera meteorologica, dall'altro non riesce a comprendere queste leggi con metodi scientifici. Di fronte alla meteorologia lo scienziato moderno non riesce ad elaborarne le leggi in modo da rendere sufficientemente prevedibili gli scadimenti che in essa si manifestano.
    Il presente lavoro vuole essere un tentativo per avvicinarsi a queste leggi usufruendo delle conoscenze proprie del metodo scientifico spirituale antroposofico.
    Il primo aspetto da cogliere sarà quello spirituale e animico. Ciò può far strano per un pensiero scientifico corrente, ma se noi semplicemente osserviamo che l'umanità da alla mutevolezza della sfera meteorologica delle caratterizzazioni animico/morali quali: "bello", "brutto", "buono", "cattivo""uggioso", ecc. ossia caratteri che sono tipici di un essere vivente ed animato, si può riconoscere come il genio della lingua di tutti i popoli veda o vedeva - in essa l'azione di entità animico/spirituali.


    Enzo Nastati


    Ultima modifica di Admin il Sab Set 08, 2012 11:56 am, modificato 4 volte
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Gio Feb 02, 2012 4:39 pm

    Commento di Enzo Nastati tratto dalla dispensa :
    METEOROLOGIA


    UN'INDAGINE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL RAPPORTO TRA UOMO E MACROCOSMO E L'INTERAGIRE CON LA SFERA METEOROLOGICA

    ASPETTI SPIRITUALI ED ANIMICI

    Noi sappiamo che la Terra è un organismo vivente (v. dell'autore "Nove scontri con l'agricoltura biodinamica") e sappiamo che ogni organismo vivente è circondato da un'aura eterica. Si può perciò ipotizzare che anche la terra sia dotata di un'aura eterica.
    Lo sviluppo del nostro lavoro si baserà sul ricercare il rapporto tra quest'aura e la sfera meteorologica.
    Le nuvole rappresentano l'aspetto più appariscente di questa sfera e pertanto il loro approfondimento - con i fenomeni ad esse collegati -costituiranno un punto importante del nostro lavoro.
    Le nuvole per così dire "galleggiano" nell'aria grazie alla forza antigravitazionale propria delle forze eteriche, più precisamente esse sono legate alla triade costituita dall'etere del Chimismo, elemento Acqua, forza fisica gravita (E. Marti, "Das Aeterische"). Queste forze sono le stesse che fanno salire la linfa negli alberi ( G. Wachsmuth "Le forze plasmatrici eteriche"). I biologi sanno che questi movimenti linfatici variano a seconda le stagioni e secondo le ore della giornata, ossia variano al mutare delle condizioni della triade citata. Nel nostro lavoro "Quattro aspetti dell'Organismo Agricolo" abbiamo trattato di questo argomento.
    Un aspetto del nostro lavoro riguarderà pertanto il collegare la variabilità meteorologica con il variare dell'agire di questa triade nel corso dell'anno. Ovviamente bisognerà tener conto del diverso agire delle altre tre triadi (etere Calore/elemento Fuoco/calore fisico, etere di Luce/elemento Aria/tenebra, etere di Vita/elemento Terra/ frantumazione) così come rappresentate in tab. 2.

    Noi sappiamo che il variare della circolazione linfatica è legato anche all'ambiente in cui la pianta vive; intendendo per ambiente le condizioni pedologiche, vegetazionali, idrosferiche, ecc.
    Di questo - ossia della diversa conformazione, vegetazione e tipo di suolo della terra, bisognerà tener conto nell'affrontare la mutevolezza dei fenomeni meteorologici.

    Un'ulteriore variabile che agisce potentemente nei fenomeni meteorologici è data dalle influenze planetarie e zodiacali che agiscono in un determinato periodo oppure che sono particolarmente legate ad una regione.Anche di questo bisognerà tener conto.
    In genere possiamo dire che questa sfera è influenzata da due tipi di forze libere macrocosmiche quindi le azioni planetarie e zodiacali, il secondo è costituito dalle forze individualizzate terrestri come sopra descritto.

    Continua...

    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Ven Feb 03, 2012 1:39 pm


    Entrando ora negli aspetti animico/spirituali di questa sfera troviamo che nella Bibbia il riferimento alle "nuvole" richiamava un'azione che si svolgeva proprio nella sfera eterica che circonda la terra. Questo aspetto dovrà essere indagato per portare coscienza del così detto "ritorno sulle nuvole" del Cristo (v. nota 3): quindi del Suo esser presente nella sfera eterica della terra, quindi del Suo agire nella sfera meteorologica (A. Heidenreich: "H Cristo Risorto e il Cristo Eterico").
    L'uomo è in contatto continuo con questa sfera tramite la sua parte animica. Se come abbiamo visto la sfera meteorologica è una zona di incontro tra quelle che sono le leggi macrocosmiche e quelle microcosmiche della terra, possiamo ipotizzare che gli stati animici dell'uomo interagiscono in questa zona con le forze sopra dette determinandone una variabilità. Dato che l'uomo può essere più o meno in sintonia con queste forze, ne consegue che nella sfera meteorologica queste leggi di vita universale (sia le macrocosmiche che le microcosmiche) tenteranno di riportare l'armonia rispetto all'azione perturbante portata dall'uomo. La meteorologia risulta così come l'effetto di una battaglia in atto in questo campo di compensazione che circonda la terra.

    Prima di addentrarci nei particolari dei rapporti tra uomo e cosmo, merita fare una considerazione tratta dall'esperienza comune quotidiana. Noi sappiamo che prima di una pioggia le ossa possono dolere. Dalla scienza dello spirito (R. Steiner "Uomo sintesi armonica") sappiamo che le ossa rappresentano in noi la parte dove le forze dell'odio sono dominanti, all'opposto nel sangue agiscono quelle di amore. Possiamo considerare l'odio come una potente forza astrale che domina (acceca) sull'Io e sul corpo eterico (spasmi ed irrigidimenti che bloccano il fluire della vita). Se le ossa dolgono significa che siamo in una situazione di eccesso di queste forzi astrali, eccesso che deve venir pareggiato.
    Dalla scienza dello spirito sappiamo che quando invece è l'eterico che domina sull'astrale (il sistema ghiandolare su quello dei nervi) nel corpo umano abbiamo i processi di secrezione, quali ad esempio il sudore e li lacrimazione (R. Steiner "II mondo dei sensi e il mondo dello spirito").
    Dalla visione della terra come di un organismo vivente sappiamo che l'acqua in generale rappresenta il corrispondente della circolazione sanguigna nell'uomo (K. Zoeteman "Gaiasofia"). Questa "acqua" ha dei movimenti "orizzontali" (le correnti marine, i fiumi ecc.) e "verticali" (ciclo dell, pioggia).
    Dato che già quando piove i dolori ossei spariscono, si può pensare che la pioggia sia il lenitivo per questo odio diffuso.
    Da quanto ricordato emerge l'ipotesi che la pioggia sia il lacrimare del cielo per "lavare" l'odio irradiato dagli uomini. La frase che la tradizione popolare mette in bocca alle mamme quando per spiegare la pioggia al bambine dicono "sono gli angeli che piangono" acquista in questa prospettivi un'ipotesi di profondissima verità. Coraggiosamente potremmo anche dire che sono "lacrime di sangue".

    Continua...
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Sab Feb 04, 2012 8:26 pm


    TIPI DI RAPPORTO TRA UOMO E COSMO

    ASPETTI STORICI DEL RAPPORTO


    L'uomo antico (antica India) (v. R. Steiner "La scienza occulta") era completamente e totalmente immerso nelle leggi macrocosmiche. Egli uniformava la sua vita i suoi pensieri e le sue azioni a queste leggi.
    Nel proseguo dell'evoluzione (epoca assiro-babilonese e poi epoca egizia)l'uomo si è via via staccato da questo rapporto univoco e totale e si è sempre più interessato alla sfera terrestre. L'ultimo legame vivente che l'uomo ha avuto con la sfera spirituale è stata ai tempi della Grecia. L'uomo greco coglieva nella sfera meteorologica l'agire dei mondi divino/spirituali Data ormai la ridotta capacità chiaroveggente, l'uomo greco coglieva in questa sfera solamente il tramare della gerarchia angelica. Per cui le divinità della mitologia greca appartengono principalmente alla gerarchia degli angeli.
    Nel nostro lavoro cercheremo di collegare quest'ultimo ricordo dell'umanità con le conoscenze scientifico/spirituali.

    Continua..
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Lun Feb 06, 2012 6:04 pm


    RAPPORTI SPIRITUALI

    L'elemento spirituale nell'uomo è l'Io collegato ai processi del crescere della sua autocoscienza. Autocoscienza di essere un'entità spirituale.
    La divinità che nel mondo greco rappresentava macrocosmicamente l'agire di queste forze era Dionisio. Questi era il più umano fra gli Dei, era figlio di Zeus e di una mortale (Semele), egli era il successore designato di Zeus.
    Nell'aspetto umano possiamo cogliere ciò nella capacità dell'uomo di sviluppare l'autocoscienza di essere un microcosmo e di poter ricollegarsi al macrocosmo spirituale. Ciò è racchiuso nella frase "uomo, conosci te stesso e conoscerai il mondo e l'universo intero".
    Essendo questo rapporto di tipo spirituale, esso è legato all'elemento Fuoco, all'elemento che ci collega con il mondo spirituale, pertanto l'uomo che non segue questa strada agirà in modo disarmonico nell'elemento Fuoco meteorologico; da ciò la necessità di riportare armonia. Ciò avviene ad es. con fulmini.
    Si ricorda che le "perturbazioni" sono in realtà il tentativo di riportare ordine da parte delle entità spirituali che tessono nella sfera meteorologica . Anche la concezione materialistica è un'azione che disturba questa sfera.

    Continua..
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Gio Feb 09, 2012 6:11 pm


    RAPPORTI ANIMICI

    Per anima (o psiche) intendiamo la sfera interiore sede dei moti di simpatia e di antipatia Essa fa da ponte tra l'aspetto spirituale e quello fisico. La divinità di riferimento è Zeus, il dio del ciclo luminoso, della luce e figlio di Gea e Crono.
    Zeus rappresentava la saggezza e la regalità; nell'uomo il corrispettivo è ' azione "luminosa" e piena di saggezza che avviene nella sfera del suo pensiero con il sorgere di quei pensieri che gli permettono di collegarsi col macrocosmo.
    Questo lavoro determina delle risposte nell'elemento Aria che possono essere armoniche o perturbate, di ciò sono manifestazione l'arcobaleno, l'aurora, il tramonto, le nuvole, la pioggia, la neve, il lampo e il tuono.
    Le azioni perturbate sono determinate dal carattere , dalle brame e dalle passioni dell'uomo (v. tab. 1). Si ricorda che R. Steiner caratterizza il lampo come uno squarcio nelle nubi attraverso cui appare per un attimo il mondo animico.



    Commento di Enzo Nastati tratto dalla dispensa :METEOROLOGIA UN'INDAGINE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL RAPPORTO TRA UOMO E MACROCOSMO E L'INTERAGIRE CON LA SFERA METEOROLOGICA

    Continua...
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Dom Feb 12, 2012 10:27 am


    RAPPORTI ETERICI

    Questa è la zona più stabile rispetto alle altre due. La divinità greca era Nettuno che era sposo della Terra e sovrano delle acque. Qui l'uomo agisce nell'elemento Acqua con il suo temperamento, con le sue abitudini e con la sua memoria. I fenomeni di riferimento sono: i marosi, la bonaccia, gli uragani, il vento.




    RAPPORTI DI CARATTERE FISICO.

    Questa è la zona della massima stabilità. Il dio di riferimento era Plutone, il dio degli inferi.
    Cosmicamente ad esso corrisponde la potenza centrale dei pianeti, che si manifesta con la gravita, ossia con la forza di attrazione verso il centro del pianeta. Siamo nell'elemento Terra.
    Nell'uomo questa è la forza egoica, la forza che giustamente condotta fa dire Io a se stessi: la volontà di "essere".
    L'uso scorretto di questa forza determina la volontà egoistica di accentrare sempre più cose verso se stessi: cioè la volontà di "avere".
    I fenomeni di compensazione avverranno nell'elemento Terra provocando ad es. i terremoti dove le leggi del peso "della gravita" vengono distrutte, annullate. Con l'azione dei terremoti la terra lentamente si sbriciola.



    Continua...
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Lun Feb 13, 2012 5:29 pm

    RAPPORTI CON LE GERARCHIE SPIRITUALI.

    Noi sappiamo che l'Io dell'uomo si appoggia sulla Terra ad una : rganizzazione fisica, eterica e animica. Queste corrispondono ai quattro elementi. Rispettivamente avremo: Terra/fisico, Acqua/Eterico, Aria/Anima e Fuoco /Io (v. nota 4).

    Il mondo degli Angeli si manifesta "tangibilmente" solamente negli elementi acqua, Aria e Fuoco (R. Steiner "Gerarchie Spirituali"). Questa loro manifestazione è il loro riflesso nel piano fisico. Da ciò risulta che la loro manifestazione più bassa è legata all'elemento Acqua. Possiamo pertanto vedere nelle masse acquee la loro corporeità.
    Essendo l'acqua un'elemento che compenetra tutto (oceani, fiumi, nuvole, umidità) il corpo degli Angeli è diffuso attorno a tutta la Terra con particolari zone di maggior accentuata azione. Il loro confine è la sfera lunare, dato che la Luna governa l'acqua. Si può trovare una relazione tra questo e l'attività di Nettuno.


    Continua..

    Commento di Enzo Nastati tratto dalla dispensa :METEOROLOGIA UN'INDAGINE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL RAPPORTO TRA UOMO E MACROCOSMO E L'INTERAGIRE CON LA SFERA METEOROLOGICA
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Mar Feb 14, 2012 6:26 pm


    Gli Arcangeli si riflettono nel piano fisico solo attraverso l'elemento Aria e Fuoco. Il restante della loro entità (come anche per le altre gerarchie) è nei e"di superiori. Si presentano perciò solo nel vento, nel lampo e nel fulmine.
    Il confine della loro massima azione è per il pianeta Venere attuale. Il collegamento è con Zeus.

    Gli Archai hanno il loro riflesso fisico solamente nell'elemento Fuoco. Si presentano perciò solamente nel fulmine e nei fenomeni ignei. Il collegamento è con Dionisio e il loro confine è il Mercurio attuale.

    Le Potestà non hanno nessun riflesso diretto sul piano fisico, ma i loro organi esecutivi sono le entità sopraddette che agiscono da Mercurio, Venere e Luna. Il loro confine è il Sole, l'origine della Vita, il centro eterico del sistema solare.

    Il fatto di esser così giunti alla sfera delle Potestà ci collega al reggitore di queste Potestà che è l'entità del Cristo. Da ciò si può aprire il campo di studio dell'azione del Cristo nella sfera meteorologica.

    Continua..
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Gio Feb 16, 2012 4:48 pm


    LE SETTE SFERE ANIMICHE

    Giunti a questo punto possiamo addentrarci nelle sette sfere della vita animica dell'uomo. Da come l'uomo vive ed è legato a queste sfere, avremo una ripercussione nella sfera meteorologica. Prenderemo lo spunto dal libro "Teosofia" di R. Steiner da pag. 77 in poi.

    R. Steiner afferma un principio che per la nostra ricerca risulta essere fondamentale, egli dice che quando due forme animiche si incontrano ciò che ne risulta dipende principalmente dalle loro qualità interiori: se queste sono affine le due forme si interpenetrano, se non lo sono si respingono. Le due forze principali del mondo animico sono la simpatia e la antipatia.

    1) Nella prima sfera prevale l'antipatia, si respinge tutto, perciò essa appare come immutabile. Per la componente di simpatia si attrae a sé l'altra forma e si appare quindi come avidi senza essere mai sazi. Questa regione è detta della "brama ardente", corrisponde ai corpi fisici solidi, all'elemento Terra. E' rappresentata dagli impulsi sensuali inferiori, dagli istinti egoistici.

    2) Nella seconda regione le due forze sono in equilibrio, non c'è più separazione con l'ambiente.
    Corrisponde al liquido, all'elemento Acqua. Non c'è più avidità, è denominata "sensibilità fluida".

    3) Nella terza regione prevale la simpatia, tutto viene attirato a sé, si viene così a creare un flusso verso di sé. Le forme attratte vengono portate nell'ambito della propria forma animica questo perché c'è ancora dell'antipatia. La simpatia risulta avere cosi un tono egoistico. E' la regione dell'Aria che si espande dappertutto, viene denominata "sostanza di desiderio".

    4) Nella quarta regione l'antipatia si ritrae del tutto e rimane attiva solo la simpatia. C'è solo attrazione pura e ciò determina piacere. Se la simpatia diminuisce ciò è dispiacere. E' la regione dell' elemento Fuoco/etere di Calore. Viene denominata "piacere-dispiacere".

    5) Ora la simpatia si espande oltre la propria vita. Entra la rivelazione; è l' altro che irradia in noi. E' la "luce animica", corrisponde all'etere di Luce.

    6 -7) La simpatia irradia sempre di più e si trasmette agli altri esseri animici. Siamo nell'etere del Chimismo e della Vita.

    Continua...


    Commento di Enzo Nastati tratto dalla dispensa :METEOROLOGIA UN'INDAGINE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL RAPPORTO TRA UOMO E MACROCOSMO E L'INTERAGIRE CON LA SFERA METEOROLOGICA
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Ven Feb 17, 2012 6:59 pm


    Da quanto ripreso dal lavoro dello Steiner dovrebbe risultare chiara la regione che vi è tra le prime quattro regioni e la sfera meteorologica.
    Più precisamente le relazioni saranno (dal basso in alto):
    [center]

    Con ciò riteniamo di aver portato sufficienti elementi a conferma e contemporaneamente precisato la qualità del collegamento tra la vita animica dell'uomo e le fasce di risposta nella sfera meteorologica.


    Commento di Enzo Nastati tratto dalla dispensa :METEOROLOGIA UN'INDAGINE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL RAPPORTO TRA UOMO E MACROCOSMO E L'INTERAGIRE CON LA SFERA METEOROLOGICA


    Continua..


    Ultima modifica di Admin il Lun Mag 14, 2012 1:05 pm, modificato 1 volta
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: L'AURA UMANA   Mar Feb 21, 2012 3:21 pm


    L'AURA UMANA


    L'Aura della Terra


    La trattazione di questo argomento è di fondamentale importanza dato il presupposto iniziale che la Terra - in quanto organismo vivente - sia dotata anch'essa di un'aura e che questa sia in un qualche qual modo resa visibile dalla sfera meteorologica.
    Dalla visione antroposofica noi sappiamo che le leggi del creato sono uniche per i vari regni o campi della vita: varierà solamente il modo in cui si manifesteranno e quindi si caratterizzeranno. Possiamo pertanto cercare un paragone tra l'aura umana (uomo come microcosmo) e l'aura della Terra (Terra come macrocosmo per l'uomo).
    Per percorrere questo cammino dovremo ancora fare affidamento a R. Steiner ed al suo libro "Teosofia", precisamente da pag. 122 in poi.
    Lo Steiner in queste pagine pone il rapporto tra il vario mondo dei pensieri, sentimenti e pulsioni umane con i colori che assume conscguentemente la sua aura. Lasciamo alla lettura delle pagine l'emergere del rapporto con i vari colori del cielo: azzurro, rosso, rosso/rosato; giallo, verde, violetto, ecc. nelle più varie tonalità.

    I 3 involucri dell'Aura


    Ci sembra degno di sottolineatura anche un'altra comunicazione dello Steiner in riferimento a 3 strati che si interpenetrano nell'aura umana.Il primo di questi strati, o involucri, corrisponde agli accadimenti del corpo fisico (e eterico), è opaco, smorto, le forme auriche sono nebulose, statiche. Il riferimento potrebbe essere con l'aspetto meteorologico determinato dall'etere Chimico della Terra con le sue manifestazioni di nebbia, brina, foschia (vedere punto 3.1). In base a quanto già detto potremo porlo in relazione con gli elementi Terra e Acqua.
    Il secondo involucro è luminoso, illumina lo spazio che riempie anche se è senza splendore. Corrisponde alla vita dell'anima, agli elementi Aria e Fuoco. E' la sfera delle nuvole.
    Il terzo involucro è irradiante e scintillante, risplendente, attivo, mobile, si genera da sé, è vita che si autogenera. Esso è il riflesso dell'aspetto spirituale dell'uomo, nella sfera meteorologica può diventare il mondo dell'etere di Calore/Luce. E' la sfera dei cirri (nel campo delle nuvole) e inoltre la coda cosmica della terra nel cosmo (coda magnetica).
    Nell'uomo questa terza aura è l'involucro attraverso cui i pensieri cosmici ci vengono portati, è una nutrizione dallo spirito a noi. Analogamente dalle lontananze del cosmo lo spirito si avvicina alla Terra ed in essa si condensa in sostanze.



    Commento di Enzo Nastati tratto dalla dispensa :METEOROLOGIA UN'INDAGINE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL RAPPORTO TRA UOMO E MACROCOSMO E L'INTERAGIRE CON LA SFERA METEOROLOGICA


    Continua..
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Dom Feb 26, 2012 6:11 pm


    CONSIDERAZIONI SULL'APPARIZIONE DEL CRISTO ETERICO.


    Nei Vangeli e nelle Epistole di Paolo (Lettera ai Filippesi) si parla della venuta del Cristo nell'eterico. Ciò è indicato con il termine "egli verrà nelle nuvole".

    La nuova aura della Terra

    Dato che con il mistero del Golgota l'entità del Cristo agisce ora dall' interno della Terra, dobbiamo cercarne la nuova azione come modificatrice nel senso terapeutico della sfera degli elementi. Rudolf Steiner afferma che al momento del Golgota l'aura della Terra si è modificata (R. Steiner "La leggenda del tempio"). Pittoricamente ciò è rappresentato dalle differenti auree che circondano il Cristo risorto del Beato Angelico e del Gruenenwald (v. nota 5).
    Possiamo pertanto ipotizzare che vi è un'azione a livello Potestà/Sole intesa nel senso antico, ed una nuova azione scaturente dall'azione eristica agente dalla Terra.
    La prima è quella che ormai si è ritirata dal governare ad esempio il decorso stagionale, la seconda sarà quella che potrà riportare armonia se gli uomini si apriranno ad essa.

    L'incontro con il Cristo

    L'uomo incontrerà il Cristo eterico con la sua parte animica che è in contatto con la sfera eterica. Nuovi sensi animici si preparano nell'uomo per cogliere ciò (coscienza immaginativa - occhi eterici). Sarà la nostra attività eterica ad illuminare la sfera eterica (meteorologica) nella quale il Cristo è presente. Noi possiamo gettare luce su questa sfera. Per far ciò dobbiamo rafforzare il nostro sviluppo morale, in quanto il nostro progresso morale migliora la luce eterica che possiamo espandere dai nostri occhi e dal nostro capo nel mondo eterico per illuminare il Cristo eterico. Questo "illuminare" significa poterlo riconoscere (v. "Il Cristo Risorto e il Cristo Eterico").
    Il Cristo si manifesterà nell'eterico utilizzando una sostanza eterica tenuissima che potrà condensare a piacimento diventando così percepibile anche ai sensi fisici. Il nostro lavoro sopraddetto permette di mettere a sua disposizione questa materia sostanziale di cui Lui può servirsi.

    I requisiti per l'incontro

    L'apparizione del Cristo in campo eterico abbisogna della nostra venerazione e meraviglia nel pensiero, della pietà e amore nel nostro cuore, della coscienziosità delle nostre azioni. Ciò rafforzerà il suo corpo eterico nella manifestazione.
    Il comprendere la sfera meteorologica - e il mondo delle nuvole con le loro forme plastiche in particolare - ci permette di collegarci con questa sostanza eterica tenuissima tramite cui potremmo osservare la presenza eterica del Cristo.

    Continua...


    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Mar Feb 28, 2012 5:22 pm


    ASPETTI COLLEGATI A ETERI - ELEMENTI - FORZE FISICHE

    La formazione della pioggia

    La scienza degli eteri ci dice che lo spazio gravitazionale è positivo e quello eterico è negativo, è anti-spazio, è risucchio anti gravitazionale opposto al primo.
    Nell'elemento Aria vi è una quantità infinita di spazi vuoti in cui si trovano le forze assorbenti dell'etere del Chimismo (G. Wachsmuth "Le forze plasmataci eteriche" pag. 150). Quando queste forze abbandonano questi spazi vuoti portano il loro gesto assorbente all'aria, determinando una contrazione assorbente in essa e provocando la condensazione in goccia d'acqua dell'umidità atmosferica. Questa goccia resterà sospesa in aria fin che durerà il collegamento con le forze anti-gravitazionali dell'etere Chimico, e cadrà come pioggia quando sarà da esse abbandonata.

    Le 2 origini dell'etere Chimico

    Bisogna però precisare che vi sono due origini dell'etere Chimico: la prima è quella scaturente dalla Luna verso la Terra e agente da ovest a est, la seconda è quello irradiato (o respirato) dalla terra in quanto organismo vivente (e agente nella verticale dal basso verso l'alto).
    Al primo si ascrivono i fenomeni che si manifestano nella parte alta della idrosfera sovraterrestre (da O a 17 km), al secondo i fenomeni che si manifestano in stretta vicinanza con la sfera terrestre (da O a pochissime centinaia di metri).
    Incominciamo dai primi.

    Continua...

    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Lun Mag 14, 2012 1:02 pm


    FENOMENI DERIVANTI DALL'ETERE CHIMICO LUNARE

    I fenomeni legati all'etere Chimico lunare sorgono grazie alla cooperazione delle altre forze- eteriche e fisiche - nel campo ambientale portato da un elemento. Ricordiamo le quattro triadi:


    La pioggia

    a)Quando l'etere Chimico abbandona lo spazio vuoto e assorbe l'umidità iell'Aria formando la goccia, entrano nel campo dell'elemento Acqua. Se il chimismo diminuisce ancora allora piove perché la goccia è entrata nel campo delle forze fisiche di gravita (vedi tab. 2).

    la grandine

    b) Se al processo partecipa la triade della Terra e contemporaneamente abbiamo una riduzione delle forze fisiche di calore allora abbiamo il fenomeno della grandine (Acqua + Terra + Freddo graduale + Gravita).

    i colori del cielo

    e) Se tutto il processo resta nella triade legata all'elemento Aria abbiamo il sorgere dei colori nel ciclo (arcobaleno, aurora, tramonto).

    la neve

    d)Se al processo di formazione della pioggia partecipa l'etere di Luce ed il Freddo abbiamo il formarsi della neve.

    il fulmine e il lampo


    e) Se al processo partecipa l'elemento Fuoco e la forza fisica del Calore che estingue abbiamo il fulmine. In questo caso si genera ozono che purifica (azione del Fuoco). Conseguente abbiamo nell'elemento Aria il lampo.

    Continua..

    Commento di Enzo Nastati tratto dalla dispensa :METEOROLOGIA UN'INDAGINE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL RAPPORTO TRA UOMO E MACROCOSMO E L'INTERAGIRE CON LA SFERA METEOROLOGICA
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Sab Mag 26, 2012 7:41 pm


    FENOMENI DERIVANTI DALL'ETERE CHIMICO TERRESTRE


    Nebbia,
    Rugiada,
    Brina, Aurora Boreale


    Cercheremo ora di cogliere le forze che determinano il manifestarsi de fenomeni legati all'etere Chimico terrestre.
    a) Se domina l'elemento Acqua+Aria+Gravità abbiamo la nebbia.
    b) Se domina l'elemento Acqua+Gravità abbiamo la rugiada.
    e) Se domina l'elemento Acqua+Etere di Luce cosmica+Freddo abbiamo la brina.
    d) Se domina l'etere di Luce terrestre abbiamo il fenomeno della fosforescenza che si manifesta con l'aurora boreale

    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Lun Lug 02, 2012 4:42 pm


    TIPI E FORME DI NUVOLE

    I tipi di nuvole rispecchieranno quanto detto in relazione sia alle forze eteriche che animiche che cercano la compensazione.
    Possiamo ora distinguere le nuvole a seconda della loro distribuzione nell'idrosfera in relazione alle forze planetarie (v. tab. 3). Anche R. Hauscka nel suo "La natura della sostanza" introduce questi pensieri.

    La grandine

    b) Se al processo partecipa la triade della Terra e contemporaneamente abbiamo una riduzione delle forze fisiche di calore allora abbiamo il fenomeno della grandine (Acqua + Terra + Freddo graduale + Gravita).

    I colori del cielo

    c) Se tutto il processo resta nella triade legata all'elemento Aria abbiamo il sorgere dei colori nel cielo (arcobaleno, aurora, tramonto).

    La neve


    d) Se al processo di formazione della pioggia partecipa l'etere di Luce ed il Freddo abbiamo il formarsi della neve.

    Il fulmine e il lampo

    e) Se al processo partecipa l'elemento Fuoco e la forza fisica del Calore che estingue abbiamo il fulmine. In questo caso si genera ozono che purifica (azione del Fuoco). Conseguente abbiamo nell'elemento Aria il lampo.

    Continua..


    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Sab Set 08, 2012 11:55 am


    FENOMENI DERIVANTI DALL'ETERE CHIMICO TERRESTRE


    Cercheremo ora di cogliere le forze che determinano il manifestarsi dei fenomeni legati all'etere Chimico terrestre.

    a) Se domina l'elemento Acqua+Aria+Gravità abbiamo la nebbia.
    b) Se domina l'elemento Acqua+Gravità abbiamo la rugiada.
    e) Se domina l'elemento Acqua+Etere di Luce cosmica+Freddo abbiamo la brina.
    d) Se domina l'etere di Luce terrestre abbiamo il fenomeno della fosforescenza che si manifesta con l'aurora boreale.

    4) TIPI E FORME DI NUVOLE

    I tipi di nuvole rispecchieranno quanto detto in relazione sia alle forzi eteriche che animiche che cercano la compensazione.
    Possiamo ora distinguere le nuvole a seconda della loro distribuzione nell'idrosfera in relazione alle forze planetarie (v. tab. 3). Anche R. Hauscka nel suo "La natura della sostanza" introduce questi pensieri.

    Per la comprensione delle azioni planetarie vedere V.Bott " Medicina antroposofica" e di B. Lievegoed " L'Uomo alla soglia"

    Continua...

    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Lun Set 10, 2012 12:54 pm



    a) ALTISSIME Sono i cirro-cumoli che hanno l'aspetto del cosiddetto "ciclo a pecorelle".
    In questo aspetto "moltiplicativo" possiamo vedere l'azione di Luna I (riproduzione cellulare).

    b)ALTE
    Sono i cirri che si trovano tra i 6-8.000 mt (e fino ai 10-12.000), nella zona fredda. Sono costituiti da minuscoli aghi di ghiaccio, hanno una struttura piumata e non provocano precipitazione di alcun genere. Nascono dall'improvviso raffreddamento del vapore acqueo. In essi avremo l'azione di Aria (umidità) + Luce + Freddo improvviso. La luce è una luce fredda. L'aspetto planetario che possiamo vedere è quello di Venere I (accogliere qualcosa di prezioso - o luminoso - dal passato per poi elaborarlo e offrirlo in un secondo tempo).

    c) MEDIO ALTE
    Sono gli alto cumoli. Li ritroviamo attorno ai 6 km, sono compatti e plasmati a piccoli cumoli. Corrispondono a Mercurio I (movimento, se immiott amento).

    di) MEDIE
    Sono gli alto strati. Li troviamo tra i 4 e i 5 km di altezza. Essendo la conformazione centrale possono forse essere collegati con il Sole I e II materializzare e smaterializzare).

    e) MEDIO BASSE
    Sono gli strato cumoli. Li troviamo tra i 2,5 e i 4 km. Corrispondono a Mercurio II (movimenti interni, forme concave)

    f) BASSE
    Sono i nembo strati. Li troviamo attorno ai 2 km. Portano precipitazioni di tipo regolare.

    Continua...
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Mer Set 19, 2012 5:09 pm


    Corrispondono a Venere II (l'offrire quanto precedentemente accolto, elaborato e conservato)

    g) BASSISSIME


    Sono gli strati. Provocano situazioni tipo "nebbia" in montagna e in collina.
    Corrispondono a Luna II ( la delimitazione, il creare superfici, strati).
    Vi sono poi delle nuvole che abbracciano più altezze, sono i cumoli nembi. Hanno struttura a globi bianchi (tipo "panna montata"). Rappresentano la situazione di equilibrio tra terra e cosmo. Nella parte inferiore possono scurire e portare piovaschi e acquazzoni.



    Relazione tra nuvole e pianeti
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Consuelo

    avatar

    Messaggi : 5
    Data d'iscrizione : 26.02.12
    Età : 37
    Località : Oxapampa - Perù

    MessaggioTitolo: Muffe e Luce Solare   Gio Dic 26, 2013 6:14 pm

    Salve,
    vorrei chiedervi se potete aiutarmi a capire meglio quale nesso ci sia tra muffe e luce solare.
    Guardando un documentario http://www.youtube.com/watch?v=MDAOa5fy-Oc dove parla del fenomeno del cielo imbiancato dal particolato di metalli come alluminio, stronzio e bario che impedisce alla luce del sole di illuminare adeguatamente la terra in quel punto con la conseguente crescita di muffe e funghi.
    Mi chiedo allora cosa sono muffe e funghi da un punto di vista antroposofico?
    Che relazione abbiano con la luce Solare?
    Che relazione abbiano con le entità aromatiche?

    VI ringrazio,
    Augurandovi un Santo Natale e luce nelle Notti Sante.
    Consuelo
    Tornare in alto Andare in basso
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1821
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   Ven Dic 27, 2013 12:07 pm


    Gentile Consuelo, la tua domanda apre due fronti di risposta. Iniziamo dal primo: ossia cosa sono le muffe e i funghi. Dal punto di vista della scienza dello spirito.

    Lo Steiner per aiutarci a comprendere la loro essenza, ci porta una immagine, quella di un “albero” che cresce sotto la superficie terrestre e che in particolari condizioni fiorisce e fruttifica. Ebbene mentre per l’albero “Normale” questi processi sono legati alla luce, nell’albero “sotterraneo” sono legati alla pioggia che penetra nel terreno. L’acqua che percola nel terreno agisce “fecondando” questo albero invisibile ed esso fiorisce e nel processo di fioritura si “espande” (cresce) e questi “fiori” escono sopra la superficie terrestre, esattamente sopra le nostre piante (o altro substrato) che, per loro, è la base di appoggio: la loro “terra. Da ciò consegue che per limitare la presenza di funghi (le muffe con anche i lieviti sono parenti stretti dei funghi) bisogna, o limitare l’acqua, o portare luce solare.

    Il secondo punto che vorrei trattare riguarda le scie chimiche. Ho già portato tempo fa il mio pensiero al riguardo e l’occasione è buona per ripeterlo.

    I nostri anni sono caratterizzati da un evento spirituale unico: la manifestazione del Cristo nel piano della Vita, nel piano delle forze eterico-vitali. L’etere maggiormente coinvolto a questa manifestazione è (per ora) l’etere della Luce. Questo etere si manifesta con correnti lineari e tangenziali nel cielo “come” le scie chimiche. Ora io penso che sicuramente c’è chi irrora il cielo con i materiali da te citati, ma perché farlo? O perché farlo sul Sahara che ne è letteralmente coperto? Siamo sicuri che siano “tutte” scie chimiche o forse potrebbe essere un modo per velare l’azione Cristica affinché noi (ingenuamente) confondiamo ancora una volta ciò che chiamiamo Bene con il Male?

    Guardiamole bene queste scie, guardiamole per 1-2 ore e poi impareremo a distinguerle dalle scie degli aeroplani.

    Ma questo è solo il mio pensiero.

    Grazie per la domanda
    Enzo
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Contenuto sponsorizzato




    MessaggioTitolo: Re: Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati   

    Tornare in alto Andare in basso
     
    Meteorologia Spirituale - Enzo Nastati
    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
    Pagina 1 di 1

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
    Forum di Scienza Spirituale :: ATTUALITA' CON COMMENTI SCIENTIFICO SPIRITUALI :: PETROLIO - VULCANI - TERREMOTI - ALLUVIONI :: METEOROLOGIA SPIRITUALE-
    Andare verso: