IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
FORUM DI SCIENZA SPIRITUALE CON ARGOMENTI SCIENTIFICO SPIRITUALI E DI ATTUALITA' CHE FANNO RIFERIMENTO A Rudolf Steiner e AGLI STUDI DI Enzo Nastati AGGIORNAMENTI 2017 sugli incontri con Enzo Nastati - visitare la sezione INCONTRI E PERCORSI BASE 2017 CON ENZO NASTATI
CREATIVE COMMONS
Licenza Creative Commons
I NOSTRI VIDEO

2017
QUI E ORA
Ultimi argomenti
» Energia libera : http://www.magravsitalia.com/
Mar Giu 27, 2017 7:21 pm Da Admin

» Apicultura naturale
Ven Mag 12, 2017 3:51 pm Da apinaturale

» Sull'offuscamento dell'ipofisi ...
Mar Apr 18, 2017 12:37 pm Da neter

» AUGURI
Mer Nov 16, 2016 4:20 pm Da Admin

» INCONTRI CON ENZO NASTATI 2016
Gio Nov 10, 2016 6:13 am Da Admin

» Piacere, Antares!
Gio Nov 10, 2016 5:52 am Da Admin

» I SEGRETI DEL CAMMINO DI CRESCITA INTERIORE - Enzo Nastati - PDF
Mer Ott 26, 2016 5:51 pm Da Admin

» eccomi con le api
Lun Ott 03, 2016 6:15 pm Da Admin

» La morte ... potrebbe essere quello che chiamiamo Dio (Krishnamurti)
Mar Ago 02, 2016 4:18 pm Da Admin

» CALENDARIO DELL'ANIMA DI RUDOLF STEINER - Commentato da Enzo Nastati e Collaboratori - PDF
Lun Ago 01, 2016 8:31 pm Da Admin

» CERIMONIA DEL TUNNEL DI SAN GOTTARDO IN SVIZZERA
Lun Giu 27, 2016 9:36 am Da Admin

» la Resurrezione di Lazzaro
Gio Giu 16, 2016 5:12 pm Da Loretta

» G e o m e t r i a C a r d i a c a C H E S T A H E D R O N Frank Chester
Sab Giu 11, 2016 3:30 pm Da sinwan85PHAR

» Madre Nostra
Ven Giu 03, 2016 10:49 pm Da Loretta

» Immortalità della coscienza
Gio Mag 26, 2016 4:23 pm Da sinwan85PHAR

SELEZIONA L’ARGOMENTO
  • Novità
  • Incontri e percorsi base 2016 con Enzo Nastati
  • Pubblicazioni aggiornate al 2016
  • Commenti di Enzo Nastati
  • Il Passaggio
  • Apocalisse/vangeli
  • Nuova agricoltura Cristica
  • Alimentazione
  • Un Ponte tra Antroposofia e Missione Divina
  • I 10 Comandamenti
  • I nostri video
  • YOUTUBE
  • Qui e Ora
  • Indicazioni di Enzo Nastati su quello che sta avvenendo nei Mondi Spirituali
  • Attualità
  • Meteorologia Spirituale
  • Geografia
  • Spazio
  • Petrolio, vulcani - terremoti - alluvioni
  • Internet e nuove tecnologie
  • Finanza
  • Politica
  • Storia
  • Economia e triarticolazione
  • Antroposofia
    Rudolf Steiner
  • Antroposofia Generale
  • Johann Wolfgang Goethe
  • Antroposofia Generale
  • Filosofia della Libertà
  • Iniziazione
  • Esercizi Spirituali
  • Scienza Occulta
  • La Bibbia
  • Inferno, Purgatorio, Paradiso
  • Natale
  • Pasqua
  • Pentecoste
  • l'Ottava Sfera
  • Alchimia
  • Karma
  • Teosofia
  • Evoluzione
  • Scienza dello Spirito
  • Il Calendario dell'Anima
  • Passato, presente, futuro
  • Pensare Sentire Volere
  • Platonici e Aristotelici
  • Personaggi attuali e del passato
  • Il Teorema di Pitagora
  • Matematica Spirituale
  • La Preghiera
  • La via del dolore
  • Bene e Male
  • Il perdono
  • Uomo e Cosmo
  • Astronomia
  • Angeli e Gerarchie Spirituali
  • L'uomo come Religione degli Dei
  • Comunità
  • Uomo e Donna
  • Gli Animali
  • Alimentazione
  • Musica
  • Arte
  • Biblioteca Spirituale
  • Rudolf Steiner
  • W.J.Goethe
  • Novalis
  • Kaspar Hauser
  • Giuliano Kremmerz
  • Paracelso
  • Cagliostro
  • Lev Nicolaevic Tolstoj
  • Sri Aurobindo
  • Profezie
    Leggere prima delle Profezie
  • Presentazioni Utenti
  • Presentazioni
  • Lavori personali
  • Argomenti preferiti
  • CASE E SALUTE
  • CASE ECOLOGICHE E CASE IGIENICO - TERAPEUTICHE
  • ASS. ARCA DELLA VITA
    PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE L'ASSOCIAZIONE ARCA DELLA VITA IL RECAPITO E' IL SEGUENTE
    ASSOCIAZIONE
    " ARCA DELLA VITA"
    SEDE OPERATIVA VIA FERROVIA,70 - 33033 BEANO DI CODROIPO ( UDINE)- ITALIA-
    TEL +39  0432 905724 -
    FAX 1782749667  segreteria@albios.it
    PAGINE VISUALIZZATE DAL 02/04/2011


    Condividere | 
     

     Il Pensiero Terapeutico - Enzo Nastati

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
    Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
    AutoreMessaggio
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Il Pensiero Terapeutico - Enzo Nastati   Mar Set 25, 2012 6:13 pm


    IL BOVINO E IL FELINO

    Ora cominciamo ad affrontare il mondo degli animali. Dobbiamo cominciare a cogliere quello che in termini antroposofici viene definito il "tipo", quello che potremmo chiamare, in altre parole, il gesto. Il gesto è il modo nel quale si manifesta il tipo. Il gesto è un atteggiamento animico, un risvolto planetario. Quindi per cogliere l'essenza di piante e di animali dobbiamo arrivare sul piano planetario.
    Affrontare il mondo degli animali richiede un salto di qualità ed è quindi necessario che seguiamo un metodo che consiste nell'osservazione dell'oggetto dapprima nel suo insieme, come lo si vedesse da lontano, cogliendo le sue caratteristiche generali e poi gradatamente nel particolare, come seguissimo un cammino di avvicinamento.
    Vogliamo oggi porre la nostra attenzione su due specie ammali molto diverse tra loro e cioè i felini ed i bovini.
    Cominciamo osservando due rappresentanti di queste specie da una notevole distanza e la prima cosa che possiamo notare è che il bovino è grande ed il felino è più piccolo.
    Per aiutarci nell'analisi riportiamo in due tabelle distinte le caratteristiche dei felini e dei bovini mano a mano che le individuiamo. Allora nella tabella dei felini annotiamo, nell'elemento terra, "piccolo", mentre nella tabella dei bovini segniamo il termine "grande" .
    La seconda cosa che possiamo notare è la sagoma che nel bovino è massiccia, nel felino è più mobile. Possiamo segnare per il bovino, nell'elemento acqua la "pesantezza", mentre nel felino segniamo "elasticità" o "flessibilità" ma nell'elemento Aria. Sempre riferendoci alla sagoma notiamo che il bovino ha una forma rettangolare, tipica dell'elemento Terra, mentre il felino ha una sagoma cilindrica caratteristica dell'elemento Fuoco.
    Da lontano siamo in grado già di cogliere il verso dell'animale, in particolare per il felino sentiamo il ruggito, mentre nei bovini possiamo sentire il muggito. Il ruggito ha la consonante "r" che indica la padronanza del corpo astrale (Aria), mentre il muggito ha la "m" come la parola mamma (Acqua). Il corpo astrale (anima) è tipico degli animali e siccome il ruggito indica padronanza del corpo astrale, il felino che ruggisce è considerato il re degli animali.

    Continua..

    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Il Pensiero Terapeutico - Enzo Nastati   Mar Ott 16, 2012 7:11 am


    Fra le cose da notare c'è il fatto che il felino è attivo di giorno ed anche di notte, e per questo ha una buona capacità di vedere con la poca luce che c'è durante la notte; questo fatto ci permette di scrivere "24 ore" nell'elemento Fuoco, che è l'elemento legato al tempo, alla durata. Il bovino, invece, ha il massimo della sua attività all'alba ed al tramonto, il che ci permette di scrivere "alba e tramonto" nel Mercur.
    Notiamo ancora da lontano i movimenti che nel bovino sono lenti, mentre nel felino sono rapidi, caratterizzati dalla propensione al salto. Caratteristiche da annotare come Acqua per i bovini ed Aria per i felini.
    Avviciniamoci un po' ai nostri animali e cominciamo a vedere che una specie ha le corna, l'altra ha la criniera e i baffi; la criniera è Aria e le corna sono Fuoco, perché sono sangue addensato e permettono di cogliere le forze cosmiche. I baffi sono Acqua, perché permettono all'animale di cogliere l'etere del Chimismo.
    La capacità del gatto di percepire la presenza del topo è determinata proprio dal fatto di riuscire a percepire la variazione dell'etere del Chimismo che il topo (dotato di baffi ) produce nell'ambiente.
    Un'altra cosa che riusciamo a percepire dalla distanza media è il mantello: il felino ha la pelliccia mentre il bovino ha la pelle setolata resistente, dalla quale si ricava il cuoio. La pelliccia corrisponde indubbiamente all'elemento Aria, perché è morbida e trattiene il caldo, mentre il pelo dei bovini è da considerare elemento Terra, lo possiamo mettere anche come Sai perché è il risultato di un processo di indurimento.
    Avviciniamoci ancora ai nostri animali e cominciamo a scorgere i colori: nei felini vediamo dei colori luminosi (metteremo questa caratteristica nel campo della dualità come Luce), i bovini hanno senz'altro dei colori di Terra o Tenebra.
    Osserviamo ora la coda che nel felino è tutta ricoperta di peli, mentre nel bovino lo è solo nel ciuffo terminale, inoltre la coda dei felini è orizzontale, nei bovini è cadente.
    Nei felini è estremamente sviluppato il senso dell'equilibrio che è una caratteristica di Aria, ma soprattutto processo Mercur.
    L'atteggiamento del felino è un atteggiamento di attenzione nei confronti dell'ambiente circostante, è sempre in tensione, il bovino sembra stia sempre dormendo. La tensione del felino, il suo nervosismo, che indica la costante prontezza a spiccare il salto, è indubbiamente una caratteristica di Aria; la calma del bovino è da considerare Acqua.
    Il felino è carnivoro, mentre il bovino è erbivoro. L'atmosfera che possiamo riscontrare nei due pasti è opposta: nel caso del felino c'è una estrema tensione sia per la necessità di difendere la preda, che per il fatto che la preda spesso è ancora viva, ha il sangue ancora caldo; il pasto del bovino; invece, è caratterizzato da una estrema calma e lentezza, da un masticare metodico. Il fatto dell'essere carnivoro è da collocare nell'elemento Fuoco perché la carne è intrisa di sangue, anche se intesa come muscolo sarebbe Aria. L'essere erbivoro del bovino è da segnare nell'elemento Acqua.
    Una cosa importante da notare è che il bovino, quando mangia, prima di introdurre il fieno nella bocca alita sullo stesso; questo serve per inoculare nel cibo la carica batterica atta a favorire la digestione. I batteri sono il supporto fisico di certi esseri elementari : gnomi, ondine e silfidi. E' importante notare che il bovino cosparge il cibo della propria carica batterica e da questo discende il fatto che un bovino non dovrebbe mai mangiare l'erba dove soffia un altro bovino. Negli allevamenti dovrebbe essere buona norma. quindi, separare le greppie dei vari capi con dei divisori.
    Spostiamo la nostra attenzione sulle zampe, cominciando a valutarne la proporzione rispetto al corpo. Nel bovino le gambe sono magrissime rispetto al resto del corpo (sembra una ballerina), mentre il felino ha le zampe molto più armoniche. Il bovino sta in punta dei piedi, tocca terra, infatti, solo con le unghie di due dita.
    Possiamo dire che il bovino vive nella pancia, mentre il felino vive nelle zampe possenti e nelle spalle. Questa muscolosità, che ha a che fare con il salto, è una caratteristica di Aria, ed anche le gambe sottili del bovini devono essere considerate Aria.
    Le unghie del felino sono retrattili (Aria), mentre il bovino ha due unghie grosse, fisse e simmetriche che metteremo nell'Acqua.
    Il felino ha anche un'altra caratteristica che è la parte superiore del collo. dietro la nuca, dotata di una muscolatura molto potente, al contrario, il bovino non ha questa muscolatura, ma ha il muso molto più sporgente in avanti. Il muscolo dietro alla nuca è tipico degli animali molto forti ed aggressivi, mentre il muso allungato è simbolo di sentimento rivolto verso l'esterno ed è tipico degli animali addomesticabili.

    Continua...


    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Il Pensiero Terapeutico - Enzo Nastati   Lun Nov 26, 2012 2:12 pm


    Ricapitolando la tabella dei nostri 2 animali risulta così formata:




    Continua...
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Admin
    Admin
    avatar

    Messaggi : 1822
    Data d'iscrizione : 02.03.11
    Età : 48

    MessaggioTitolo: Re: Il Pensiero Terapeutico - Enzo Nastati   Lun Gen 14, 2013 5:52 pm


    GLI UCCELLI EI PESCI

    Gli elementi

    La nostra attenzione ora deve andare su altre due specie di animali, cioè gli uccelli ed i pesci.
    La prima grandissima differenza è che gli uccelli volano ed i pesci nuotano. Annotiamo allora volo nell'elemento Aria e nuoto nell'elemento Acqua.

    Gli uccelli cantano o fanno comunque dei versi, i pesci sono muti. Ancora aria per gli uccelli in quanto il canto è ispirato dalle silfidi, ma possiamo segnarlo anche nell'acqua se pensiamo che si manifesta nel Chimismo.
    Se consideriamo la forma notiamo che gli uccelli sono di forma rotonda, anzi sono due palle sovrapposte: elemento Fuoco; i pesci hanno una forma a goccia e quindi Acqua.

    Gli uccelli hanno le piume che sono da considerare Aria ma che, essendo ricchissime di silice e di durata lunghissima, possono essere considerate anche come Fuoco. I pesci hanno, invece, le squame che costituiscono una vera corazza e che dobbiamo iscrivere nella Terra.
    L'uccello sia nel volo che nel canto segue un ritmo che possiamo vedere come una caratteristica di Mercur.
    Gli uccelli poi sono prevalentemente diurni o meglio solari (Luce), i pesci vivono nelle profondità dove la luce del sole non arriva o arriva molto attenuata (Tenebra).
    Gli uccelli hanno la temperatura corporea più calda di qualsiasi altro animale e questa è una caratteristica di Fuoco; i pesci, invece, hanno la stessa temperatura dell'ambiente in cui vivono, caratteristica di Acqua.
    Gli uccelli possono volare perché hanno le ossa cave dentro le quali c'è aria calda (Aria).
    Quando muoiono mentre l'uccello mantiene a lungo la forma, soprattutto nel piumaggio, il pesce si decompone con estrema facilità. Annotiamo quindi queste particolarità nell'elemento Fuoco, per l'uccello, e nell'elemento Terra per il pesce.
    Le deiezioni degli uccelli sono un misto di feci ed urine ed hanno anche una consistenza che è quasi liquida (Acqua) e la loro elevatissima mineralizzazione ci consente di indicare le deiezioni nel processo di salificazione..
    Una delle poche caratteristiche di Terra dell'uccello è rappresentata dal becco.
    Sia gli uccelli che i pesci depositano le uova che appartengono all'elemento Fuoco, hanno infatti una forma tondeggiante e rappresentano l'inizio della nuova vita.
    Il modo in cui gli uccelli si muovono nel terreno a saltelli, quasi senza toccare il suolo, ci riporta all'elemento Aria.
    Il modo in cui mangiano guardando, beccando, scartando, cercando, facendo una scelta, potremmo dire ficcanasando, è un indizio di Mercur; volendo però attribuire la caratteristica dell'indagare, che troviamo in questo comportamento, dobbiamo arrivare al Fuoco; questo è un comportamento che fa pensare quasi ad un discernimento, come se l'uccello avesse un io. Siamo arrivati ad una apparente contraddizione, infatti il Mercur ed il Fuoco non hanno niente in comune, il Mercur, infatti, è costituito da Aria ed Acqua. Se però saliamo di un gradino nella piramide riusciamo a conciliare le due cose nella Luce. Citeremo quindi l'indagare nella Luce e non nel Mercur o nel Fuoco. Uscendo dal campo della percezione, con il semplice scopo di rafforzare quanto abbiamo detto, pensiamo che il lavoro di scelta viene fatto col becco che è Terra, ma spesso è colorato e di forma triangolare, Sa qual cosa ci fa pensare all'etere di Luce; potremmo dire che col suo tipico comportamento porta luce nel terreno. Il becco nell'uccello è un organo per percepire la Luce, come i baffi, che abbiamo visto nei felini, sono un organo per percepire il Chimismo, od il corno dei bovini consentiva la percezione del mondo spirituale. Nell'uccello il becco, come organo di percezione della Luce, rappresenta quello che nell'uomo è il pensiero. Un altro aspetto dell'uccello, che ci può aiutare nella ricerca dell'essenziale, è il fatto che le penne risultano molto colorate, ma in un modo che non segue la forma delle piume, ma che sembra una pittura effettuata dall'esterno. Questo avvicina le penne, ancora di più, ai pensieri che l'uccello coglie col becco.
    Ma torniamo, dopo questa divagazione, al nostro lavoro sulla base delle percezioni.
    Nella formazione del guscio delle uova possiamo individuare senz'altro un processo di Sai.
    Il fatto che l'uccello riesca a perdere la gravita e ad alzarsi in volo è un processo di Sulfur.
    Parlando di processi possiamo anche dire che l'uccello è Sulfur nella parte anteriore (becco) ed è Sai nella parte posteriore (penne caudali), ovviamente nel mezzo sarà Mercur (ali).
    La tabella degli uccelli risulta composta nel seguente modo:
    Terra: becco
    Acqua: deiezioni, canto Aria: volo, canto, piume, aria calda nelle ossa, saltellare Fuoco: temperatura corporea, longevità penne, forma rotonda, uovo Sai: Produzione di calcio nell'uovo, escrementi mineralizzati, parte posteriore
    Mercur: ritmo, parte centrale
    Sulfur: si sottrae alla gravita, parte anteriore
    Tenebra: -
    Luce: animali solari, indagare


    Come di consueto mettiamo dei numeri: "1" per la Terra, "2" per l'Acqua, "3" per l'Aria e "4" per il Fuoco.
    Come conseguenza otteniamo per somma "3" per il Sai, "5" per il Mercur e "7" per il Fuoco.
    Luce Tenebra risultano rispettivamente a "12" e "8".
    Ora cerchiamo l'essenziale e cerchiamo di aiutarci pensando che l'uccello è una sfera, come la testa dell'uomo.
    Se l'uccello è assimilabile alla testa, la testa dell'uccello è la testa della testa. Come il bovino, che è pancia, ha quattro stornaci, l'uccello, che è testa, ha due teste. La testa piccola, che l'animale nasconde durante il sonno quando non occorre che percepisca, rappresenta l'organo di percezione tipico della testa: il pensiero; infatti ha il becco, il triangolo.
    L'essenziale degli uccelli è dunque "testa". In via subordinata potrebbe essere "immagine dei pensieri liberi".

    Continua...
    Tornare in alto Andare in basso
    http://arcadellavita.forumattivo.it
    Contenuto sponsorizzato




    MessaggioTitolo: Re: Il Pensiero Terapeutico - Enzo Nastati   

    Tornare in alto Andare in basso
     
    Il Pensiero Terapeutico - Enzo Nastati
    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
    Pagina 5 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
    Forum di Scienza Spirituale :: ANTROPOSOFIA :: ANTROPOSOFIA GENERALE :: LA FILOSOFIA DELLA LIBERA'-
    Andare verso: