IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
FORUM DI SCIENZA SPIRITUALE CON ARGOMENTI SCIENTIFICO SPIRITUALI E DI ATTUALITA' CHE FANNO RIFERIMENTO A Rudolf Steiner e AGLI STUDI DI Enzo Nastati AGGIORNAMENTI 2018 sugli incontri con Enzo Nastati - visitare la sezione INCONTRI E PERCORSI BASE 2018 CON ENZO NASTATI
CREATIVE COMMONS
Licenza Creative Commons
I NOSTRI VIDEO

2017
QUI E ORA
Ultimi argomenti
SELEZIONA L’ARGOMENTO
  • Novità
  • Incontri e percorsi base 2016 con Enzo Nastati
  • Pubblicazioni aggiornate al 2016
  • Commenti di Enzo Nastati
  • Il Passaggio
  • Apocalisse/vangeli
  • Nuova agricoltura Cristica
  • Alimentazione
  • Un Ponte tra Antroposofia e Missione Divina
  • I 10 Comandamenti
  • I nostri video
  • YOUTUBE
  • Qui e Ora
  • Indicazioni di Enzo Nastati su quello che sta avvenendo nei Mondi Spirituali
  • Attualità
  • Meteorologia Spirituale
  • Geografia
  • Spazio
  • Petrolio, vulcani - terremoti - alluvioni
  • Internet e nuove tecnologie
  • Finanza
  • Politica
  • Storia
  • Economia e triarticolazione
  • Antroposofia
    Rudolf Steiner
  • Antroposofia Generale
  • Johann Wolfgang Goethe
  • Antroposofia Generale
  • Filosofia della Libertà
  • Iniziazione
  • Esercizi Spirituali
  • Scienza Occulta
  • La Bibbia
  • Inferno, Purgatorio, Paradiso
  • Natale
  • Pasqua
  • Pentecoste
  • l'Ottava Sfera
  • Alchimia
  • Karma
  • Teosofia
  • Evoluzione
  • Scienza dello Spirito
  • Il Calendario dell'Anima
  • Passato, presente, futuro
  • Pensare Sentire Volere
  • Platonici e Aristotelici
  • Personaggi attuali e del passato
  • Il Teorema di Pitagora
  • Matematica Spirituale
  • La Preghiera
  • La via del dolore
  • Bene e Male
  • Il perdono
  • Uomo e Cosmo
  • Astronomia
  • Angeli e Gerarchie Spirituali
  • L'uomo come Religione degli Dei
  • Comunità
  • Uomo e Donna
  • Gli Animali
  • Alimentazione
  • Musica
  • Arte
  • Biblioteca Spirituale
  • Rudolf Steiner
  • W.J.Goethe
  • Novalis
  • Kaspar Hauser
  • Giuliano Kremmerz
  • Paracelso
  • Cagliostro
  • Lev Nicolaevic Tolstoj
  • Sri Aurobindo
  • Profezie
    Leggere prima delle Profezie
  • Presentazioni Utenti
  • Presentazioni
  • Lavori personali
  • Argomenti preferiti
  • CASE E SALUTE
  • CASE ECOLOGICHE E CASE IGIENICO - TERAPEUTICHE
  • ASS. ARCA DELLA VITA
    PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE L'ASSOCIAZIONE ARCA DELLA VITA IL RECAPITO E' IL SEGUENTE
    ASSOCIAZIONE
    " ARCA DELLA VITA"
    SEDE OPERATIVA VIA FERROVIA,70 - 33033 BEANO DI CODROIPO ( UDINE)- ITALIA-
    TEL +39  0432 905724 -
    FAX 1782749667  segreteria@albios.it

    Condividi | 
     

     L’INIZIATO DI KREMMERZ

    Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    neter



    Messaggi : 208
    Data d'iscrizione : 06.06.11

    MessaggioTitolo: L’INIZIATO DI KREMMERZ   Lun Mag 12, 2014 9:12 am

    L’INIZIATO


    Il vero iniziato è chi dopo un assiduo lavoro e una efficace pratica della dottrina, perfezionato, evoluto, sorpassa i gradini del più alto visibile mondo volgare ed entra nel mondo delle cause, rinunziando a quello degli effetti.
    E’ chi sorpassa il fiume immenso delle sensazioni esteriori e sente sviluppare in lui l’uomo interiore, cioè il Cristo loquente.
    E’ chi si è separato, cioè chi ha diviso il suo corpo alto, la sua prima trinità, dal corpo e dalla mente contemporanei, entrando nella fase di evoluzione da cui più non si recede e parlando la doppia lingua dello spirito e dell’uomo.
    Poiché in ogni uomo è da considerarsi un doppio essere, l’antico sintetico delle precedenti vite e il nuovo moderno, l’iniziatura deve essere intesa come il ritorno dell’uomo palese all’uomo misterioso o arcano.
    L’iniziatura comincia dal lavorio che il Maestro fa sul discepolo, onde l’uomo antico si manifesti integro.
    Le religioni sono educazioni spirituali involventi l’essere nuovo e l’antico in uno stesso mantello di idee alimentate dalla fede; l’iniziatura, invece, impedisce la formazione di novelli strati intorno all’essere occulto e arcano, e lo denuda.
    L’azione continua di spogliarsi dell’artificiale, per porre a nudo nella sua integrità lo spirito antico, è una continua morte del sé artificiale, senza il conforto di un aiuto morale o di un incoraggiamento.
    Il novizio non deve che istruirsi nella scienza e aspirare nel silenzio alla manifestazione dell’Io Solare in sé, senza farsi prendere dalle manifestazioni esteriori.
    Il Geova del discepolo si deve manifestare direttamente e immediatamente.
    Sviluppando intuizioni e liberandosi da ogni artificio, il discepolo cammina.
    Egli non deve spogliarsi di ogni volontà alla vita, né da nessuna cura delle cose temporanee, ma aspirare:
    1. all’assoluta signoria della vita, come creatore della vita stessa;
    2. al possesso dello stato di santità, onde – secondo la volontà creatrice che in lui risiede sotto forma del suo principio solare più alto, che è la Prima Virtù stessa di tutto l’universo reale – disponga di tutte le cose materiali, sensibili e ipersensibili, considerandole come produzione sua e non come beni che ci vengono o piovono da mani aliene, per disporne secondo il principio dell’assoluta giustizia, il cui simbolo è la bilancia di Mikael;
    3. al possesso dello stato di mobilità (Ibi), onde tutte le basse cose siano dominate;
    4. al riacquisto dello stato luminoso, onde tutte le vie, tutte le dominazioni siano illuminate dalla verità, sempre presente a se stesso, dominatore attivo, creatore e ricreatore delle cose.
    La Magia, con le sue operazioni, non aspetta che un solo fenomeno, un grande fenomeno: che il Sole spunti, che all’oriente della psiche addormentata del discepolo si affacci il grande dio della luce mentale e che il giorno sia fatto nell’animo di chi la invoca.
    Ora, coloro che vogliono studiare e praticare la magia non devono dimenticare che la conoscenza dell’Io Interiore forma la prima parte della manifestazione intelligente e cosciente del discepolo, dopo la quale si entra in relazione con il mondo delle cause coscientemente e non per fede cieca.
    In Magia, appena conosciuti i rudimenti teorici, bisogna operare: discutere è tempo perso, bisogna che il discepolo lavori, preghi, pratichi.
    Le pratiche di magia, date da un maestro, hanno costantemente questa forma: produrre, affaticarsi, tentare e non darsi conto momentaneamente del lavorio psichico o animista, di cui l’operante non si dà ragione appunto perché egli non vede immediatamente ciò che le sue operazioni producono; ma la mano amica che ha invocato comincerà latente a dissipare le tenebre e invisibile, insensibile, il lavorio di reintegrazione della luce beatrice non sarà interrotto fino al giorno del trionfo completo dell’intelletto di verità in lui.
    Un fenomeno solo dovete chiedere e aspettarvi dalla nostra dottrina, la reintegrazione del vostro io intelligente, che lo spirito vostro si rischiari e trovi la Luce e, nella Luce, il Maestro.
    Avvenuto questo unico e grande fenomeno, tutti gli altri sono trastulli da bimbi: si sa che cosa siano e non varrà la pena di tentare una ubriacatura.
    Con questo ho finito: credo di avere scritto quanto basta, cioè quanto utile e necessario agli uomini di buona volontà per pervenire.
    Torna in alto Andare in basso
     
    L’INIZIATO DI KREMMERZ
    Torna in alto 
    Pagina 1 di 1

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
    Forum di Scienza Spirituale :: BIBLIOTECA SPIRITUALE :: Giuliano kremmerz-
    Vai verso: